Giovedì 23 Novembre 2017
   
Text Size

Richiesta stato di calamità

15894453 1296452430378079_2647378274371398359_n



Nei giorni 5, 6, 7 e 8 gennaio 2017 la forte ondata di maltempo che ha portato la neve ha raggiungere in alcuni punti del territorio oltre un metro di altezza, e le rigide temperature dei giorni successivi, hanno letteralmente costituito uno spessore di ghiaccio che a distanza di diversi giorni non accenna a sciogliersi, rendendo impraticabile tutte le strade.

E' stato richiesto alla Regione Puglia con lettera n. 455 dell'11.01.2017, il riconoscimento dello stato di calamità naturale. E' stato chiesto anche all'Ispettorato Provinciale Agricolo, un immediato sopralluogo per verificare i danni subiti dalla colture orticole e dalle colture in serre oltre ai danni subiti dalle strutture.

A distanza di 8 giorni dall'evento calamitoso, ci sono punti del territorio che sono stati raggiunti solo per poter rifornirli di viveri e medicinali di immediata necessità. Per le scuole di ogni ordine e grado è stata disposta la chiusura fino a lunedì 16 gennaio. Richiesto il riconoscimento dello stato di calamità, anche per la sospensione degli adempimenti tributari per tutti i contribuenti del territorio di Acquaviva delle Fonti. La legge 212/2000 (Disposizione in materia di statuto dei diritti del contribuente), prevede all'art. 9, comma 2, che "Il Ministro delle Finanze e del Tesoro, può sospendere o differisce il termine per l'adempimento degli obblighi tributari a favore dei contribuenti interessati da eventi eccezionali ed imprevedibili" Tra gli adempimenti sospesi o prorogati sono stati inseriti la presentazione della dichiarazione, i versamenti dei tributi, come pure l'effettuazione delle ritenute da parte dei sostituti d'imposta, scaduti nel periodo oggetto della sospensione.

L'Ente si riserva la quantificazione degli interventi sostenuti relativi ad attività di spazzamento neve e ghiaccio rete viaria comunale, finalizzata alla tutela della pubblica incolumità dei cittadini ed a garantire i servizi minimi essenziali alla città in assoluta emergenza.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI