Martedì 13 Novembre 2018
   
Text Size

AL MIULLI NUOVA CONQUISTA NELLA TERAPIA DEL DOLORE

ospedale-miulli

Continuo, lancinante e intrattabile: questo è il dolore cronico, al tronco e agli arti. Un problema delicato e complesso, che si stima colpisca in Italia 1 persona su 4, con gravi ripercussioni sulla qualità di vita del paziente. L’approccio terapeutico entrato ormai nella routine è la stimolazione del midollo spinale, che avviene attraverso l’impianto, vicino alla colonna vertebrale, di elettrodi stimolatori che mandano lievi impulsi elettrici allo spazio epidurale.

Sono passate poche settimane dal primo impianto avvenuto presso il Centro di Terapia del dolore e Cure Palliative diretto da Vito Petruzzelli, dell’Ospedale “Miulli” di Acquaviva delle Fonti e si è avuta la conferma che il paziente impiantato è pienamente soddisfatto dei benefici avuti.

Il nuovo neurostimolatore - spiega Petruzzelli - utilizza una tecnologia che include l’uso di un algoritmo e di un accelerometro, componente innovativa che sfrutta la forza di gravità terrestre per rilevare la posizione del malato e adottare automaticamente il livello di stimolazione richiesto per alleviare il dolore. Questo dispositivo è il primo che sente le posizioni e i movimenti del paziente, apprende le regolazioni impostate e adatta automaticamente la terapia alla posizione. Con questa innovazione si risponde pienamente all’esigenza del paziente di semplificare la gestione della terapia”.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI