Lunedì 19 Novembre 2018
   
Text Size

PREMIATI GLI ATLETI SPECIAL OLYMPICS

DSC06546 

Si è svolta questa mattina intorno alle 11,30 la conferenza stampa “Sportiva…mente be a fan, un anno sportivo insieme” organizzata presso la sede dell’Associazione Polisportiva OLIMPIHA’.

L’incontro è stato caratterizzato da grande entusiasmo e partecipazione di pubblico. Un momento di confronto, insomma, che ha visto alternare le testimonianze degli Atleti Special Olympics a quelle dello staff (educatori, psicoterapeuta, tecnici e preparatori atletici, volontari e famigliari accompagnatori), a cui è seguita la cerimonia di premiazione con l’assegnazione delle medaglie (oro, argento, bronzo e di partecipazione) e la distribuzione degli attestati da parte dell’Amministrazione Comunale.

I lavori sono stati introdotti da Gino Maiulli che dopo aver presentato i relatori Ketty Lorusso (presidente APO Acquaviva), Carmela Capozzo (Assessore ai Servizi Sociali), Anna Maria Cassano (Psicoterapeuta del Centro Diurno Auxilium), Mario Lenoci famigliare atleta special olympics; Anna Maria Distinto medaglia d’oro in atletica ai giochi nazionali di Monza, e Antonia Natuzzi medaglia d’oro in bocce, ha riferito: “Oggi siamo qui per complimentarci con questi 15 atleti che hanno partecipato agli Special Olimpics a Monza che hanno ben rappresentato questa città facendo valere l’organizzazione dell’APO. Ringraziamo tutto lo staff organizzativo che ha contribuito alla buona riuscita della manifestazione”. È seguita la proiezione del Video dei giochi regionali Special Olympics del 30 aprile scorso che ha fatto rivivere la preparazione atletica propedeutica ai Giochi Nazionali.

I XXVI Giochi Nazionali Estivi Special Olympics Italia che si sono svolti dal 28 giugno al 4 luglio 2010 a Monza hanno visto 4500 presenze, 1500 Atleti, 500 Dirigenti Tecnici, 100 Giudici e Arbitri, 1000 Volontari e 2000 Familiari.

Smetterò di essere qui con gli Atleti Special Olympics quando smetterò di emozionarmi- ha riferito Ketty Lorusso- abbiamo semplicemente vinto l’oro, una notte in treno con le paure del giorno dopo, un’accoglienza strepitosa ricevuta dagli organizzatori di Monza, una cerimonia spettacolare visibile sul sito http://www.specialolympics.org/ noi tra i tanti protagonisti, un clima che non si vive tutti i giorni, grandi emozioni, la convivenza negli alloggi, siamo felicissimi di condividere con voi questo entusiasmo. Un sentito ringraziamento alle accompagnatrici: Cinzia, Angela, Serena e Ilaria, Leonardo Cirielli tecnico delle bocce e Filippo Milano e Vincenzo Mallardi”.

All’ingresso del centro sono state stampate alcune foto che rappresentano i momenti più significativi dei giochi che hanno visto la partecipazione di ben 15 atleti Special Olympics (9 dei quali hanno gareggiato in atletica e 6 in bocce): Anna Maria Distinto, Antonia Natuzzi, Giuseppe Di Mauro, Vito Palmirotta, Felice Lenoci, Maria Sollecito, Michele Fiorentino, Raffaele Fumarulo, Nicola Palmieri, Maria Giovanna Plantamura., Daniela Matrandrea, Mariangela Netti, Scaglione Antonella, Giacinto Lenoci, Digirolamo Lorenzo.

È seguito l’intervento dell’ass. Carmela Capozzo che ha espresso la sua emozione dicendo “in nome della città di Acquaviva non posso che essere orgogliosa del vostro risultato, vi ho seguiti indirettamente sul web sono molto contenta per voi, continuate così, in bocca al lupo per tutto”. Mario Lenoci, fratello di un’atleta Special Olympics ha invece portato la sua testimonianza come famigliare dicendo “per me è stata un’esperienza inaspettata, ho avuto modo di conoscere da vicino la realtà e i fini dei giochi Special Olympics, i rappresentanti regionali e i tecnici si impegnano con tanto zelo senza scopo di lucro promuovendo l’incremento dei rapporti interpersonali e l’integrazione sociale, ho visto tanta felicità e l’impegno a dare il massimo”.

Importante è stata la testimonianza della dott. ssa Anna Maria Cassano, psicoterapeuta e psicologa del Centro Diurno Auxilium Acquaviva-Santeramo che ha seguito gli atleti nella fase di preparazione alle gare. “Questa è una bella giornata di festa per tutti gli atleti speciali, per il team, per i preparatori atletici e per le famiglie. Abbiamo conseguito un risultato straordinario che fino a poco tempo fa non potevamo di immaginare. Ci abbiamo provato, ci siamo riusciti alla grande mi sembra un valore aggiunto. Continuiamo così, va bene? Invito tutti a fare sempre più rete per spingerci all’obiettivo finale”.

E per finire i due interventi delle protagoniste vincitrici dell’oro per l’atletica leggera e le bocce: Anna Maria Distinto e Antonia Natuzzi.

L’avventura a Monza è stata- comunica entusiasta Anna Maria- straordinaria: per una settimana lontani da casa, fare gruppo con gli altri, stare insieme in camera condividendo tutto. L’emozione più grande è stata quando ho vinto la medaglia d’oro. Non mi sarei mai aspettata di vincere a Monza, pensavo di classificarmi al terzo o quarto posto, solo il fatto di stare lì per me era una vittoria. Quando sono salita sul podio più alto la felicità era immensa. Non credevo di aver vinto, sono contenta e non me ne faccio ancora una ragione. Ringrazio tutti i responsabili e gli educatori, il nostro tecnico Ilaria Colaccicco, grazie per il suo supporto psicofisico; un ringraziamento speciale va a mia madre che mi ha incoraggiato da lontano”.

Antonia Natuzzi vincitrice dell’oro per le bocce anche lei incredula per il risultato ottenuto “Non me lo aspettavo. Grazie a tutti gli educatori, tecnici e volontari, se non fossi stata inserita in questo Centro non avrei mai fatto questa esperienza, sono rimasta molto soddisfatta spero di poter  continuare”.

La conferenza si poi conclusa con l’ufficializzazione dei risultati delle gare nazionali di Monza,  la presentazione del medagliere e la cerimonia di premiazione dei singoli atleti con la medaglia e l’attestato assegnato dall’assessore ai servizi sociali.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI