Martedì 13 Novembre 2018
   
Text Size

VENDOLA “ORDINA” ANCORA 180 GIORNI DI DISCARICA

discarica-lombardi-ecologia

È ormai ufficiale: Contrada Martucci non “chiuderà”. Ieri mattina è giunta l’attesa ordinanza regionale che proroga “quanto disposto con Ordinanza Commissariale n.80 del 30/12/2009 per un periodo di 180 giorni”.

Nella sostanza, il Governatore Vendola ha ritenuto come unico atto plausibile, “nelle more della definizione della acquisizione in favore del patrimonio del Comune di Conversano dell’impianto”, la prosecuzione delle disposizioni preesistenti la sentenza del Consiglio di Stato: “trattamento preliminare di biostabilizzazione primaria dei rifiuti prodotti dal bacino BA 5” (bacino del quale fa parte anche il comune di Acquaviva, ndr) e “successivo smaltimento nella discarica”.

Quello che davvero sfugge ad ogni ragionevole comprensione è la durata della proroga: atteso che la Lombardi Ecologia aveva ufficialmente quantificato il margine di colmatura dello spazio residuo del III lotto in 90 giorni (oggi circa 70), come si può chiedere di far confluire i rifiuti di 21 comuni per un tempo doppio, senza dare per scontato – nella migliore delle ipotesi – lo stato d’emergenza?

A questo si aggiunge la beffa di quel “al fine […]di scongiurare potenziali crisi igenico-sanitarie”; come se la “lezione napoletana” sia utilizzabile a mo' di deterrente, spauracchio da tenere sempre a mente per trovare di volta in volta una valida giustificazione. Perché, alla fine, alla Regione sarebbe bastato solo avere un po’ più di coraggio e far partire in regime straordinario la produzione di CDR, in attesa di regolare il rapporto con il titolare dell'impianto complesso.

Qualcosa, in questo ritardo del CDR, non convince. Ve ne renderemo merito in seguito.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI