Martedì 13 Novembre 2018
   
Text Size

MOMENTO FORMATIVO CON LA ECOESPERTI SRL

conferenza-certificazione-energetica1

Si è svolta ieri, intorno alle ore 19,00 presso il Salone delle Feste di Palazzo di Città la Conferenza sulla “Certificazione Energetica degli Edifici: nuove prospettive per professionisti, imprese, cittadini” organizzata dalla società Ecoesperti srl di Acquaviva delle Fonti.

Un importante momento di formazione e aggiornamento che ha registrato grande partecipazione di pubblico, molti i tecnici presenti in sala: architetti, geometri, liberi professionisti direttamente coinvolti su questa tematica ma anche imprenditori e cittadini.

L’iniziativa è stata promossa dalla Ecoesperti srl, una giovane società locale che offre servizi nel campo del risparmio energetico e dell’edilizia sostenibile, con il patrocinio del Comune, dell’Ordine degli Architetti, dei Geometri della Provincia di Bari e dell’Istituto Nazionale di Bioarchitettura.

La serata, moderata dall’arch. Antonella Musci della Ecoesperti Srl, è stata articolata in due momenti: ai saluti istituzionali del sindaco Francesco Squicciarini, dell’Assessore all’Urbanistica arch. Alberto Delle Corteauspichiamo che questa conferenza sia la prima di una lunga serie di momenti formativi che proporremo come Amministrazione Comunale e che accoglieremo con piacere”, del Geom. Giovanni Bianco, presidente del Collegio dei Geometri della Prov. di Bari che ha messo in evidenza come sia scarso al livello attuale l’aggiornamento professionale e la conoscenza delle normative, sono seguiti gli interventi dei relatori.

Supportati dall’ausilio di slide è stata approfondita la tematica della certificazione energetica degli edifici.

 L’ing. Vincenzo Lattanzi nel suo lungo e interessante intervento ha preso in esame la normativa europea, le linee guida nazionali e regionali “il cittadino deve avere la possibilità di scegliere il risparmio energetico”; dalla sua puntuale analisi è emerso che l’ambito di applicazione sia confuso con più ombre che luci, “quali caratteristiche professionali debba avere il certificatore energetico e a chi spetta la sua formazione e la funzione di controllo?” Questi sono stati alcuni degli interrogativi che hanno messo in evidenza la necessità di un aggiornamento continuo e permanente dei tecnici.

È seguita la relazione dettagliata dell’arch. Margherita Colonna, Presidente dell’INBAR di Bari sulla sostenibilità della certificazione energetica degli edifici.

Questo strumento -ha riferito la Colonna- ha molte potenzialità: introduce nuove politiche dell’abitare, promuove la progettazione di qualità, implica un metodo di lavoro consapevole e responsabile che si ripercuote nel mercato immobiliare, promuove la formazione e l’aggiornamento professionale continuo, apre nuove opportunità professionali, promuove la progettazione partecipata, rappresenta un’opportunità per il mercato dei materiali edili, garantisce la qualità dell’immobile realizzato.

Il progettista diventa promotore di un processo di innovazione ma al tempo stesso deve essere capace di dare risposte concrete alla committenza, quali interventi applicare per raggiungere un buon livello di sostenibilità, con quali costi e quali benefici futuri se si realizza un edificio a basso consumo energetico?”

Costruire sostenibile è un ottimo biglietto da visita per spendersi sul territorio e differenziarsi dai propri concorrenti. Si auspica che ci possa essere trasparenza nel mercato immobiliare in modo che i cittadini possano fare la propria scelta di spesa conoscendo in anticipo i consumi energetici futuri.

I lavori si sono conclusi intorno alle 21,00 con l’intervento del notaio Francesco Petrera che ha descritto la necessità della certificazione energetica negli atti di compravendita degli edifici.  “L’obbligo dell'attestato di certificazione eneregetica esiste ma le relative sanzione no!Ecco perché la possibilità di eludere la norma è dietro la porta”.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI