Mercoledì 21 Novembre 2018
   
Text Size

PARTE L'EMAS PER 9 COMUNI PUGLIESI

emas

La Certificazione Ambientale per il Rilancio Turistico e Commerciale, interesserà: Valenzano, Adelfia, Acquaviva delle Fonti, Binetto, Bitetto, Grumo Appula, Palo del Colle, Sannicandro di Bari e Toritto. Primo esperimento di Emas di un territorio in Puglia, secondo in Italia.

Il cuore della Puglia sono i Centri Storici. Nove Comuni dell'hinterland barese, oltre 122.000 abitanti, avviano insieme uno straordinario progetto pilota per renderli sostenibili, per migliorare le loro prestazioni ambientali. Recuperando così un vastissimo patrimonio edilizio spesso degradato o sottoutilizzato per coinvolgerlo in un progetto di valorizzazione turistica e commerciale. Per farlo utilizzano i fondi Fas (Fondi Aree Sottoutilizzate) stanziati da una delibera Cipe del 2004 per la qualificazione delle aree urbane. E si affidano alla certificazione Emas, ovvero ad un sistema di gestione ambientale validato da un organismo indipendente, strumento fondamentale per attuare concretamente i principi dello sviluppo sostenibile. Comune capofila del progetto «Emas per i Centri Storici» è Valenzano, insieme ai Comuni di Adelfia, Acquaviva delle Fonti, Binetto, Bitetto, Grumo Appula, Palo del Colle, Sannicandro di Bari e Toritto.

 Il progetto, che rappresenta il 1° esperimento di Emas di un territorio in Puglia, secondo in Italia, è il più importante finanziamento per la realizzazione di un sistema di gestione ambientale Emas nella Regione Puglia. Se ne parlerà in un convegno pubblico Giovedì 1° Luglio 2010 alle ore 15,30 nella Sala Consiliare del Comune di Valenzano. Ad esso prenderanno parte, per i saluti delle autorità, oltre al sindaco del Comune di Valenzano Luigi Lampignano, l'Assessore Regionale all'Ambiente Lorenzo Nicastro e quello Provinciale Giovanni Barchetti. Le relazioni tecniche saranno invece svolte da Vincenzo Parrini, responsabile del Settore Accreditamento del Servizio Interdipartimentale per le Certificazioni Ambientali dell'Ispra, Massimo Blonda, Direttore Scientifico di Arpa Puglia e, infine, Massimo Guido, Direttore Tecnico di Eco-logica, la società barese di ingegneria e consulenza ambientale individuata come organizzazione esterna esperta nell'implementazione di un Sistema di Gestione Ambientale nella pubblica amministrazione.

 I centri storici rappresentano una sfida per le Amministrazioni: storia, architettura, tradizione, abbandono. Il tentativo è quello di rendere moderna e rispettosa dell'ambiente la parte più autentica della Puglia, quella cui rimanda con facilità ogni immaginario collettivo oggi supportato da una cinematografia che sembra aver riscoperto questi tesori sepolti.

A concludere l'incontro saranno i Sindaci dei Comuni interessati (Francesco Squicciarini per Acquaviva, Vito Siciliano per Binetto, Giovanni Iacovelli per Bitetto, Vito Panzarino per Grumo, Luigi Viola per Palo, Antonio Baccellieri per Sannicandro, Michele Geronimo per Toritto, Vittorio Lapolla commissario per Adelfia), che rappresentano ben il 10% del territorio della Provincia di Bari.

Un vero e proprio polo operativo si occuperà di tutto il progetto dando occupazione per un anno a 9 giovani laureati. Un effetto collaterale non da poco, a dimostrazione che la sostenibilità non significa solo ambiente ma anche occupazione.

 

 

 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI