Venerdì 24 Novembre 2017
   
Text Size

Incontro informativo sul RED

I relatori incontro su RED 21 aprile 2016

 

Analizzata ad Acquaviva l'iniziativa regionale del Reddito di Dignità

 LOn. De Simone parla del Reddito di Dignit.2

Il Reddito di Dignità al centro dell'interesse del consiglio regionale. Così, dai banchi dell'aula consigliale regionale, si passa a discuterne ad Acquaviva per non trovarsi impreparati nel prossimo futuro.

Lo scorso 21 aprile presso la Sala Anagrafe, si è tenuto l'incontro informativo “Reddito di Dignità: istruzioni per l'uso”. Sono intervenuti l'onorevole Titti De Simone in veste di consigliera politica per l'attuazione del programma alla regione Puglia, i sindaci di Acquaviva delle Fonti Davide Carlucci e di Toritto Giambattista Fasano, l'assessore ai Servizi Sociali di Acquaviva Costantina Capozzo e la Dott.ssa Marisa Santamaria dell'Ambito territoriale sociale di Grumo Appula, organizzatore dell'incontro.

Il sindaco Carlucci ha aperto la discussione presentando il progetto e domandando subito alla rappresentante della regione come può attrezzarsi il cittadino e il comune per fruire al meglio di questa occasione.

La consigliera De Simone ha sottolineato come il tema del contrasto alla povertà e dell'inclusione sociale siano due degli obiettivi che si pone il RED, che in assenza di un'analoga misura di sostegno al reddito diventa fondamentale sopratutto in un momento di crisi come quello attuale. Prima regione del Mezzogiorno, la Puglia investe settanta milioni di euro all'anno in una misura di sostegno al reddito non passiva ed assistenzialista, ma che parallelamente mette in atto meccanismi di inclusione sociale attiva come tirocini formativi, lavori socialmente utili e così via col fine di aumentare le competenze dell'individuo e di non farlo ricadere nella trappola della povertà. Coinvolgendo imprese, associazioni e amministrazioni pubbliche, si darà all'individuo la possibilità di fare esperienza nell'atto pratico del lavoro e di beneficiare del RED per la durata di dodici mesi. In riferimento alle caratteristiche per l'assegnazione del reddito, l'On. De Simone ha precisato come nel progetto iniziale ci si pone di indirizzare gli aiuti a nuclei famigliari con minori a carico. Il passo successivo sarebbe quello di estendere questa misura anche a nuclei familiari con persone invalide, con figli maggiorenni disoccupati, e di ampliare il bacino di possibili fruitori. Inoltre l'indice economico di selezione del beneficiario è l'ISEE, che deve essere non superiore ai tremila euro.

Il sindaco di Toritto nel suo intervento si è dimostrato favorevole all'incontro informativo ed ha evidenziato il suo appoggio circa l'impegno di estensione della misura alle altre situazioni familiari che hanno bisogno di sostegno, e chiesto per la possibilità di segnalazione dei casi bisognosi direttamente da parte del comune.

Alla risposta negativa della consigliera regionale ha seguito la precisazione della stessa in merito all'impossibilità pratica di poter usufruire del RED svolgendo in contemporanea un'attività lavorativa a nero. La collaborazione con aziende, associazioni, ecc... nei tirocini formativi e nelle esperienze lavorative, previste per dieci, dodici e sedici ore al giorno, non permetterebbe in termini di tempistica ai fruitori di svolgere altre attività lavorative, specialmente illecite.

Le successive domande ed osservazioni dei presenti sono servite a dare un quadro più generale del RED. Una domanda interessante è giunta dall'ex assessore Chimienti che ha chiesto come sarebbe stato finanziato il tirocinio. Reduce da progetti come “garanzia giovani”, l'ex assessore si è augurato che dei fondi stanziati per il progetto non sarebbe stata prevista una mal distribuzione come nei casi precedenti. La risposta della consigliera è stata quella di assicurare che i fondi sarebbero serviti unicamente per far fronte al RED, e gli enti collaboratori sarebbero stati selezionati da catalogo, tra quelli già “collaudati” in ambito di collaborazione con la regione.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI