Sabato 25 Novembre 2017
   
Text Size

Seminario “Garanzia Giovani” e “Strumenti di finanza agevolata”

DSC00119.2

 

 

Ad Acquaviva l’incontro informativo mirato alla crescita occupazionale giovanile

 

 

L’Italia e la Puglia sempre più spediti nell’ambito del mercato del lavoro giovanile. L’amministrazione comunale e il Centro per l’Impiego di Acquaviva delle Fonti, in collaborazione con Italia Lavoro S.p.A. e con l’Azienda Finanziamenti Puglia, hanno dato luogo, mercoledì 17 febbraio presso la Sala Colafemmina del Comune, ad un seminario informativo per presentare i progetti che lo Stato e la Regione Puglia hanno abbracciato al fine di favorire la crescita occupazionale.

 

A presentare l’evento è stato Francesco Chimienti, Assessore alle attività produttive del comune di Acquaviva, che ha tenuto a precisare come l’Italia abbia finalmente preso parte alla realizzazione di quei provvedimenti imposti dall’Europa riguardanti i Paesi con un tasso di disoccupazione superiore al 30%, che mirano a cercare e creare una soluzione al problema della disoccupazione giovanile.

 

L’assessore ha poi presentato gli ospiti della serata, arrivati a condividere esperienze e competenze al riguardo: Rita Attanasio e Chiara Civitano tecnici di Italia Lavoro - Welfare to Work – Garanzia Giovani, hanno presentato il lavoro svolto dalla loro associazione che ricopre il ruolo di “assistenza tecnica all’agenzia nazionale del lavoro”, prendendo in considerazione i giovani tra i 15 e i 25 anni (in Italia il limite raggiunge i 29 anni), creando delle misure predefinite che mirano a promuovere la ricerca del posto di lavoro.

 DSC00117.2

Il tecnico di Italia Lavoro Rita Attanasio, ha sottolineato come l’attuazione di una strategia contro la disoccupazione giovanile sia stata prevista dall’ Unione Europea per tutti i paesi membri e di come il programma Italia Lavoro “ha recepito l’urgenza” del messaggio, impegnandosi a creare “opportunità di politica attiva” che si impegna a cercare possibilità lavorative per quei giovani attualmente senza impiego, non occupati con lo studio e senza opportunità di formazione. La Attanasio spiega anche come la Regione Puglia abbia a disposizione per il programma circa 120 milioni di euro, predisposti per andare incontro ai giovani, ma anche alla aziende, che possono comunque beneficiare dal progetto che prevede il finanziamento di tirocini e formazione programmata.

 

E’ intervenuta in seguito, la dottoressa Daniela Cognetti, facente parte di Etjca- agenzia per il lavoro, il cui programma mira ugualmente al favorire l’ingresso dei giovani nel mondo del lavoro. La Cognetti ha illustrato i diversi provvedimenti offerti dall’Agenzia per il lavoro Etjca, che prevede sia il finanziamento di tirocini riguardanti svariate aree di competenza, sia “l’accompagnamento lavoro” mirato all’ottenimento di un lavoro in piena regola e infine, la realizzazione di un programma intitolato “Botteghe di mestiere”, che promuove tirocini formativi all’interno di aziende di artigianato mirato al “trasferimento delle conoscenze artigianali ai ragazzi da parte delle aziende”.

 

Fondamentale per affacciarsi nel mondo del lavoro è anche l’aiuto finanziario; presente al seminario a tal riguardo, Andrea Mingolla, CEO e founder Finanziamenti Puglia, esperto di finanza agevolata e bancaria. Mingolla ha presentato il programma riguardante gli strumenti di finanza agevolata che mirano ad accompagnare i giovani nel cercare di costruirsi opportunità di lavoro. I finanziamenti previsti per permettere ai ragazzi di dare il via ad una propria attività, possono interessare svariate aree (artigianato, e-commerce, ecc..) e, spiega Mingolla, possono far riferimento a tipologie di spese quali impianti, macchinari, attrezzature, brevetti, arredamenti e software ed essere richiesti da giovani con alle spalle esperienze in un determinato ambito desiderosi di mettersi alla prova in prima persona, o anche in favore di idee innovative che valga la pena approfondire, in quanto spiega Mingolla “bisogna essere ideatori di innovazioni che possono vincere sul mercato”.

 

A margine del seminario è intervenuta infine Apollonia Martucci, consulente del lavoro e delegata della Fondazione Consulenti per il Lavoro, fondazione attiva dal 2005 che, spiega la stessa Martucci, nasce per svolgere il compito di ricerca e selezione personale avvalendosi di professionisti con competenze in gestione di domanda e offerta richiesta nel mondo del lavoro. La Fondazione si pone come punto d’incontro tra i bisogni dei candidati e quelli delle aziende, cercando di mediare e venire incontro ad entrambe le parti favorendo un supporto in ambito lavorativo che favorisca sia la ricerca del personale da parte delle aziende, che l’inserimento ed il percorso che ne consegue per il giovane che si affaccia per la prima volta nel mondo del lavoro.

 

Tutte queste associazioni intervenute nel seminario informativo, hanno quindi tenuto a sottolineare l’impegno che nutrono nel cercare di venire incontro ai giovani in cerca di opportunità lavorative, incoraggiando chiunque fosse interessato a dare un’occhiata ai siti di riferimento dei vari enti.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI