Giovedì 23 Novembre 2017
   
Text Size

“Il Calzone e le Sagre in Festa”

20151204 191542.2

 

I commercianti di Acquaviva insieme per la solidarietà.

 


E’ stata inaugurata venerdì 4 dicembre la prima edizione della manifestazione “Il Calzone e le sagre in festa”, una cinque giorni che vede i commercianti di Acquaviva uniti per una sagra mirata a valorizzare il prodotto tipico locale attraverso la preparazione di un calzone di cipolla da record, ma ponendo anche al centro dell’evento un intento benefico, attraverso un guinness della solidarietà.

 “Il Calzone e le sagre in festa” animerà Acquaviva dal 4 all’8 dicembre attraverso serate a tema musicale, contornate dalla vendita del famoso calzone nostrano, i cui ricavati saranno devoluti al progetto “Puglia for Africa” dell’associazione Kirikù e la strega di povertà, il cui obiettivo primario mira a sostenere le popolazioni dell’Uganda attraverso l’agricoltura.

 

Durante la conferenza stampa di apertura della manifestazione, il sindaco Carlucci ha manifestato tutta la sua soddisfazione per un evento già ampiamente riuscito, che vede unire “in chiave natalizia il nostro piatto forte ad un intento benefico”. Il progetto, che vede coinvolti Acquaviva e l’Uganda, è stato favorito dall’idea di Padre Gabriele, missionario nello stato africano, che ha sviluppato l’idea di far arrivare in Uganda la cipolla rossa di Acquaviva. Si è venuto a creare così “un piccolo gemellaggio con l’agricoltura”, per favorire una rete solidale contro la fame, stimolando al contempo anche “la nostra agricoltura e la propaganda della nostra cipolla”.

 

Presente all’inaugurazione anche Michele Cirielli, organizzatore dell’evento, entusiasta della risposata e della partecipazione dei commercianti acquavivesi che si sono unti per l’occasione per promuovere questo progetto dai due diversi scopi, sia produttivo che solidale.

“Il Calzone e le sagre in festa”  ha visto coinvolto anche il comune di Capurso, in un gemellaggio a base di calzone, con il vice sindaco della cittadina presente all’evento, consapevole dell’importanza dei prodotti tipici e favorevole ad uno sviluppo sempre maggiore di queste sagre locali, sottolineando come Acquaviva possa essere il centro di partenza per dare sempre maggior rilevanza a queste sagre: “iniziamo in due, arriviamo in tanti”.

 

A termine della conferenza è intervenuto anche il Presidente del “Consorzio qualità tipica Puglia” che ha tenuto a sottolineare l’unicità dell’evento in quanto per la prima volta i veri protagonisti sono stati i commercianti che, messa da parte qualsiasi individualità, si sono uniti per favorire l’aspetto umanitario.

 

Il sindaco poi ha voluto evidenziare come la manifestazione favorisca anche un doppio beneficio, in quanto la collaborazione con l’Uganda porta non solo ad un risultato solidale nei confronti di quelle popolazioni, ma serve anche a promuovere ulteriormente la cipolla rossa di Acquavivia, che continua così a varcare sempre più il confine pugliese.


20151204 183446.2

 12299280 1062578480442978_3481284616892125965_n

 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI