Sabato 17 Novembre 2018
   
Text Size

“LE MEMORIE DEL GUSTO” IN TOUR

corso_di_cucina

Suggestiva location tra le contrade di Salentino per ospitare il Corso di cucina creativa per l’estate. Il primo incontro, tenutosi ieri dalle 18.00 alle 21.00 circa, ha visto la partecipazione di un gruppo di 12 aspiranti cuoche alle prese con piatti freddi e veloci per l’estate.

Il corso è stato organizzato dall’Associazione culturale - Scuola di cucina “Le memorie del gusto”. L’associazione presente sul territorio, con sede a Santeramo in Colle, già da marzo 2008, è nata per promuovere il territorio e, in particolare, la cucina regionale Pugliese.

Nasce come cucina itinerante, ma poi l’incontro con gli iscritti ci ha portati a far nascere l’associazione e a cercare una sede che fosse punto di riferimento proprio per rincontrare gli amanti della cucina”, così racconta Patrizia Laquale, organizzatrice del corso, esperta eno-gastronomica, maestra, ma soprattutto appassionata di cucina.

Scopo di questi corsi, riconosciuti dall’Assessorato alle Risorse Agroalimentari della Regione Puglia è quella di rivedere piatti della nostra tradizione contadina e rivisitarli negli abbinamenti e nell’impiattamento.

Il programma dell’Associazione ha scadenza annuale, vede pertanto il ripetersi di alcuni corsi che rimangono dei cult tipo il corso di pasticceria e il corso base di cucina; a questi vengono aggiunti altri corsi anche in base alle richieste dei corsisti.

Ad affiancare Patrizia Laquale, Andrea Caponio, giovane chef, Franco Leo, socio appassionato, leader del nuovo punto scuola  “Le memorie del gusto” di Acquaviva delle Fonti e Rossana Novielli, somellier A. I. S.

 Ed è proprio quest’ultima che abbina ai piatti, i vini del nostro territorio. Vini bianchi e vini spumanti per la serata di ieri da affiancare a pietanze delicate e prodotti freschi di stagione. È questo il punto di forza di “Memorie del Gusto”: abbinare alla raffinatezza dei piatti, i sapori della tradizione e la freschezza dei prodotti di stagione.

 Inoltre come proprio Rossana Novielli dice: “il vino è inteso anche come momento conviviale, un modo per stare insieme, che le cene siano ufficiali o no, il vino accompagna qualsiasi tipo di piatto”.

Altro interessante spazio è dedicato all’allestimento della tavola, alla sistemazione di posate e bicchieri e al bon ton.

 

Questo corso di cucina creativa per l’estate continuerà per altri 4 incontri.

Per tutte le info www.lememoriedelgusto.com.

 

 

 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI