Venerdì 24 Novembre 2017
   
Text Size

65ª Giornata per le Vittime degli Incidenti sul Lavoro

65 giornata_11_ottobre_2015.2

 

 

Domenica 11 ottobre l’ANMIL celebra in tutta Italia, sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica e con il Patrocinio di INAIL e INPS, la 65 Giornata Nazionale per le Vittime degli Incidenti sul Lavoro - istituzionalizzata nel ’98 con Direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri su richiesta dell’Associazione - con manifestazioni che si svolgeranno contemporaneamente in tutte le province grazie all’attivazione delle 500 sedi associative che coinvolgeranno gli oltre 400.000 iscritti.

Cav. Antonio_DAmbrosio“L’appuntamento territoriale- ci comunica il cav. Antonio D’Ambrosio, presidente regionale ANMIL Puglia- si svolgerà quest’anno nella vicina Valenzano. Da Acquaviva andremo in 83 persone”.

Incuriositi gli chiediamo ulteriori dettagli sul programma della giornata.

“Alle ore 9:00 è previsto il raduno degli associati in piazza Padre Pio, seguirà un corteo da Corso A. Moro verso la Parrocchia di San Rocco per la celebrazione della SS. Messa alle ore 10.00. Alle 11:00 il corteo accompagnato dalla “Fanfara 7° Reggimento Bersaglieri di Altamura” depositerà una corona di alloro al Monumento Vittime dei caduti presso Largo Santa Maria di Leuca. Seguirà un dibattito sul tema delle vittime degli incidenti sul lavoro. L’Associazione ANMIL si confronterà con i rappresentanti delle Istituzioni religiose, civili e militari presso la Sala Consiliare del Comune di Valenzano in Largo Marconi. Coordina il Cav. Favia Pietro, vice presidente territoriale ANMIL Bari.

Introduzione e saluti: Morisco Savino, responsabile locale Anmil di Valenzano, Cav. UFF. Lorenzo Lorusso, presidente Territoriale Anmil Bari, Cav. Antonio D’Ambrosio, presidente regionale ANMIL Puglia; gli avvocati Giuseppe e Nicola Colella e l’avv. Maurizio Cardanobile, Collegio Legale Patronato Anmil, dott. Tommaso Pavia, medico legale patronato ANMIL.

Interventi: Dott. ssa Fabiola Ficola, direttore Regionale INAIL Puglia, Dott. Vito Sante Linsalata, Direttore Provinciale INAIL Bari-Altamura- Monopoli, Dott. Guglielmo Leo, Direttore Inail Barletta- BAT. Antonio De Caro, Sindaco Metropolitano, Antonio Lo Moro, Sindaco Comune di Valenzano, Teodoro Cavallo, Ass. alle Politiche Sociali- Cultura del Comune di Valenzano, Dott. Salvatore Negro, Assessore Welfare Regione Puglia. Sindaci e rappresentanti delle OO. SS.

Oratore Ufficiale: Michele Emiliano Presidente Regione Puglia. 

Saranno consegnate le onorificenze, i brevetti e i distintivi d’onore ai grandi e minori invalidi censiti dall’INAIL”.

La situazione del fenomeno infortunistico, stando agli ultimi dati provvisori INAIL disponibili relativi al periodo 1° gennaio-31 agosto 2015, evidenziano un significativo aumento dei casi mortali passati da 652 nei primi 8 mesi del 2014 a 752 nel 2015 (+15%) mentre per quanto riguarda gli infortuni rallenta il calo registrato negli ultimi anni e, nel confronto tra il 1° gennaio-31 agosto 2015 e lo stesso periodo del 2014 la flessione è stato solo -4,1% con 410.000 denunce quest’anno.

SDC19028.2Ma la Giornata vuole essere anche l’occasione per fare il punto sulla tutela prevista per i lavoratori infortunati o per quanti contraggono una malattia professionale: i risarcimenti e le rendite INAIL vengono regolati dal Testo Unico infortuni che risale al 1945 e, nonostante le modifiche intervenute nel tempo, risulta essere anacronistico, inadeguato e iniquo. Peraltro, gli effetti della crisi che attraversa il paese non risparmiano le fasce sociali più deboli e, a questo proposito, in tutte le manifestazioni organizzate nelle varie province d’Italia, l’ANMIL proseguirà la raccolta firme per sostenere la petizione ai Presidenti della Camera dei Deputati e del Senato della Repubblica contro la riforma dell’ISEE che ha previsto l’inserimento della rendita INAIL nella dichiarazione dei redditi a cui l’Associazione si è fortemente opposta sollevando illegittimità dell’inserimento di una prestazione che ha natura risarcitoria e non previdenziale, in vista dell’ormai prossimo pronunciamento in merito del Consiglio di Stato.

Ad oggi le firme raccolte dall’ANMIL sono state oltre 50.000 e in occasione della Giornata che coinvolge i 400.000 iscritti all’Associazione si auspica il raggiungimento delle 100.000 sottoscrizioni.

Per discutere di questi temi e delle iniziative da intraprendere sia a livello nazionale che a livello locale le massime istituzioni e le parti sociali si ritroveranno a confronto nelle manifestazioni organizzate dall’ANMIL e a Roma, la celebrazione nazionale si svolgerà in collaborazione con l’INAIL nell’Auditorium della Direzione Centrale dell’Istituto (P.le Giulio Pastore, 6), dalle ore 10.00 alle ore 13.00, cui interverranno oltre al Presidente nazionale ANMIL Franco Bettoni e al Presidente dell’INAIL Massimo De Felice: il Sottosegretario di Stato al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, On. Franca Biondelli; il Segretario della Commissione di inchiesta sugli infortuni sul lavoro del Senato, Sen. Serenella Fucksia; il Presidente della Commissione Lavoro alla Camera, On. Cesare Damiano; il Presidente del CIV INAIL, Francesco Rampi; il Presidente del CIP Luca Pancalli; il Segretario Confederale CISL, Giuseppe Farina e altre autorità, mentre aprirà con un saluto i lavori l’Assessore regionale al Lavoro, Lucia Valente.

A sottolineare l’importanza del tema, anche il Papa, nell’Angelus di Domenica 11 ottobre, rivolgerà un messaggio all’ANMIL e a tutte le vittime del lavoro di cui ci sarà in Piazza S. Pietro una delegazione.

 

 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI