Venerdì 24 Novembre 2017
   
Text Size

Il Centro Anziani al Festival Internazionale Gruppi Folcloristici

GRUPPO FOLKLORISTICO_CPA.2

 

Antonio Dambrosio_pres._centro_anziani_acquaviva

 “È stata un’esperienza bellissima quella di Malta” -queste le parole di Antonio D’Ambrosio, Presidente del Centro Aperto Polivalente per Anziani al suo ritorno in città.

“Lo scorso 18, 19 e 20 settembre – ci dice- il nostro gruppo folcloristico ha preso parte al Festival Internazionale dei Gruppi Folcloristici di Qala – Gozo (Malta)”.

Incuriositi gli rivolgiamo qualche domanda per conoscere ulteriori dettagli su questa esperienza.

Presidente, è la prima volta che vi esibite all’estero?

“Sì! A Malta eravamo in ventiquattro, diciotto ballerini più i membri del Consiglio Direttivo. Abbiamo partecipato con due pezzi forti del Gruppo folcloristico: una ‘pizzica’ e una ‘quadriglia’ vestendo gli abiti tipici. Il nostro gruppo folcloristico è nato dodici anni fa, abbiamo girato per tutta Italia. Questa volta però, ci è stata data la possibilità di confrontarci a livello internazionale. Un gruppo della Polonia ci ha invitato a partecipare il prossimo anno ad un festival simile nel loro Paese”.

Come nasce questa vostra partecipazione a Malta?

“A questa manifestazione ci ha invitati il sindaco di Acquaviva delle Fonti, Davide Carlucci che sapendo del nostro decennale impegno con il gruppo folcloristico ci ha messi in contatto con l’organizzazione di Malta il ‘Centro’ e il Sindaco di Qala, Clinton Camilleri, si è prodigato affinché la partecipazione si realizzasse. Questa iniziativa rientra nell’ambito dei ‘Progetti Malta’ portata avanti con entusiasmo da sua moglie Yvet Portelli. Ho risposto prontamente organizzando la non facile partecipazione e tutto il Gruppo folcloristico, entusiasta, rispondeva con gioia. La sera abbiamo subito iniziato le prove per poterci esibire al meglio e non sfigurare, nonostante l’età, rispetto ad altri gruppi europei”.

 

GRUPPO FOLKLORISTICO_CPA2

 

Ci racconta di questo viaggio?

“Venerdì 18 settembre siamo partiti con l’aereo per Malta, con apprensione in quanto qualche partecipante non lo aveva mai preso. In serata c’è stata la prima esibizione: abbiamo ricevuto molti applausi sia per gli abiti folcloristici che per l’impegno dei partecipanti.

Sabato mattina il Sindaco Camilleri ha invitato tutti i partecipanti del Festival ad un Convegno: ogni gruppo ha avuto la possibilità di far conoscere, anche con immagini, le bellezze e le specialità culinarie del proprio territorio. Chiaramente, noi abbiamo messo in evidenza la nostra capostipite ‘cipolla di Acquaviva’ oltre a tutto ciò che nell’ultimo periodo si sta promuovendo, cioè i ceci neri e legumi in genere senza nulla togliere al famoso primitivo.

In serata tutti i gruppi si sono nuovamente esibiti nei balli e al termine, il Sindaco ringraziava per la partecipazione consegnando un trofeo del luogo”.

Un’esperienza da ripetere…

“Certamente! E da fare anche ad Acquaviva”.

Ci state pensando?

“Sì! Se l’Assessorato alla Cultura ci viene incontro… potremmo pensare di realizzare un evento simile”.

“È stata un’esperienza positiva- concludono unanimi tutti i partecipanti una volta rientrati in città. Approfittiamo di questo spazio per ringraziare sia il Sindaco di Acquaviva che il Presidente e tutto il Consiglio Direttivo dell’opportunità che ci è stata data!”

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI