Lunedì 19 Novembre 2018
   
Text Size

Miulli, omologa della procedura di concordato preventivo

MIULLI

 

Il Tribunale di Bari,e fallimentare, lo scorso 14 maggio 2015 ha omologato il concordato preventivo dell'Ospedale F. Miulli, rigettando anche le opposizioni proposte da cinque creditori. 

In particolare il Tribunale - presidente dott. Giuseppe Rana, Giudice Delegato dott. Valentino Lenoci - si è espresso sulla fattibilità della proposta di pagamento dei creditori avanzata dall'Ente ospedaliero, riportando i primi dati positivi forniti dai Commissari Giudiziali Prof. Avv. Massimo Di Rienzo, Prof. Dott. Francesco Campobasso, Avv. Emmanuele Virgintino sull'andamento della gestione durante la procedura di concordato. 

Con l'omologa del concordato preventivo si passa alla fase esecutiva, che comporterà i pagamenti secondo quanto previsto nel piano stesso, nel rispetto delle graduazioni stabilite dalla legge. 

"Con viva soddisfazione apprendo della chiusura positiva della prima fase della Procedura di concordato preventivo avviata dall'ospedale Miulli" ha dichiarato il Governatore dell'Ente S.E. Mons. Giovanni Ricchiuti. 

"Un particolare ringraziamento deve essere rivolto ai creditori, che hanno fiduciosamente atteso i tempi della procedura. Anche ai dipendenti va la gratitudine dell'Ente ecclesiastico - ha proseguito il Governatore - avendo mostrato disponibilità a venire incontro alle esigenze finanziarie imposte dalla procedura di risanamento, agevolate anche dall'attenzione riservata da parte della Regione Puglia, che ha rinnovato la propria fiducia nel ruolo della struttura sanitaria ecclesiastica sul territorio. 

Infine, il mio personale ringraziamento è rivolto al Consiglio degli affari economici, al mio delegato Mons. Domenico Laddaga ed ai dirigenti amministrativi dell'Ente ecclesiastico rappresentati dal Direttore dott. Nino Messina, unitamente ai professionisti esterni incaricati di seguire i vari aspetti della complessa procedura: da quello legale, affidato agli Avvocati Prof. Vincenzo Chionna, Silvia Maggio e Domenico Liantonio, a quello tecnico gestionale e finanziario, affidato alla consulenza della Pricewaterhousecoopers, ed all'attestatore incaricato dott. Nicola Notarnicola".

Il Governatore ha così concluso: "nel rivolgere un sincero e affettuoso pensiero al mio predecessore Mons. Mario Paciello, che ha avviato questa fondamentale fase di risanamento finanziario dell'Ente, auspico che il futuro sia ancor più orientato  a rafforzare il ruolo dell'Ospedale nell'offrire un'assistenza sanitaria ed umana adeguata alle aspettative dei pazienti"

 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI