Giovedì 15 Novembre 2018
   
Text Size

Gli studenti riciclano le bici del bike sharing

Palazzo Ce_Mari_atrio

E' stato approvato ieri in giunta il Protocollo d'Intesa tra Comune di Acquaviva e Istituto Colamonico-Chiarulli per la riutilizzazione delle bici in dotazione al Comune di Acquaviva delle Fonti. Sono previsti tre progetti: un "Corso di Ciclomeccanica" per allievi dell'Istituto Professionale Chiarulli, sezione Meccanica, che prevede lo studio della meccanica applicata alle biciclette con interventi in laboratorio destinati alla riparazione e alla manutenzione dei mezzi; la formazione, nel Commerciale Colamonico, di guide turistiche del territorio attraverso il progetto "Young Tourist Guides" per la conoscenza del patrimonio culturale, paesaggistico e agroalimentare mediante percorsi cicloturistici aperti a cittadini italiani e stranieri; "Scambio di classi", invece, presuppone uno scambio di visite tra gli alunni che frequentano l'istituto con coetanei di scuole europee (questo progetto coinvolge entrambi gli istituti). 

Gli attori del Protocollo sono il Comune, che mette a disposizione il parco bici del "Bike Sharing", e il Colamonico-Chiarulli che mette a disposizione ambienti per la custodia delle biciclette e di uno spazio per la riparazione e la manutenzione. La scuola si avvale, a titolo gratuito, di un esperto di strumentazione tecnica associato alla bicicletta, Marcello Ventura, che metterà a disposizione il suo tempo e la sua competenza, affiancando i ragazzi nelle lezioni. "Stiamo cercando di coinvolgere - spiega il consigliere Franco Chimienti - Pugliapromozione, Gal, Regione, Città Metropolitana. Molti hanno già dato la loro disponibilità di massima". L'intero progetto è inserito nel Piano dell'Offerta Formativa (Pof) dell'Istituto Colamonico-Chiarulli che ha di recente ottenuto, su richiesta del preside Salvatore Russo Rossi, l'indirizzo logistico.  

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI