Mercoledì 21 Novembre 2018
   
Text Size

Segnalata la presenza di topi in via Cassano

15538260986 5602930feb_n

 

Sabato 25 ottobre 2014 il sindaco di Acquaviva, Davide Carlucci ha compiuto, in compagnia di Giovanni Abbatecola, consigliere comunale e medico, un sopralluogo in via Caduti di Tutte le Guerre e nelle vie limitrofe dove, da diversi giorni, i cittadini segnalano la presenza di ratti e topi di campagna. La situazione è monitorata già da una settimana, da quando, cioè, sono arrivate in Comune le prime segnalazioni: ci sono stati diversi sopralluoghi della Polizia Municipale ai quali è seguito, martedì, un intervento di derattizzazione nel campo sportivo, realizzato dagli operatori della Lombardi Ecologia, alla presenza dei funzionari della Asl.

Tuttavia, come hanno potuto constatare di persona il sindaco e il consigliere Abbatecola, in alcuni condomini vi sono ancora tracce della presenza dei roditori. Questo porta a ritenere che il focolaio possa anche non risiedere all'interno del Campo Giammaria ma in altre aree. Per questo il Comune sta sollecitando nuovi interventi di derattizzazione negli impianti di fogna bianca e nera - già bonificati nei mesi scorsi - e nei locali tecnici dell'Enel. Purtroppo, il problema non può essere affrontato solo con la derattizzazione dei luoghi pubblici: occorre collaborazione anche da parte dei privati. Si ricorda ai cittadini, del resto, che è in vigore un'ordinanza che prescrive la derattizzazione a tutti i proprietari di giardini e altri spazi potenzialmente focolai di muridi e la maggior parte dei residenti della zona si stanno già attrezzando in tal senso. Proprio per rispetto nei confronti di chi ha ottemperato all'ordinanza sindacale e sta subendo i disagi legati alla proliferazione dei roditori, nei prossimi giorni saranno disposti nuovi controlli da parte della Polizia Municipale. I cittadini che non saranno in grado di dimostrare di essere intervenuti per risolvere il problema, rivolgendosi a ditte specializzate o ricorrendo ad interventi in proprio con esche topicide, rischiano sanzioni amministrative fino a 500 euro. L'ordinanza è stata già notificata nei giorni scorsi anche all'Acquedotto Pugliese e si attende un tempestivo intervento.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI