Mercoledì 21 Novembre 2018
   
Text Size

GLI AUGURI DEL VESCOVO PACIELLO

Buona-pasqua-di-paciello

Il Nostro Vescovo Mons. Mario Paciello ha voluto inviare un breve messaggio di auguri alla nostra redazione e ai voi lettori. Cogliamo così l’occasione per porgervi, anche noi, i nostri migliori auguri!


“Sta’ in silenzio davanti al Signore e spera in Lui” (Sal, 37, 7)

Il silenzio è vita, il frastuono è morte. Gesù è Signore del silenzio che dà vita. Quando risorge, anche il masso del sepolcro si riversa silenzioso. Gesù è nato nel silenzio dei campi di Betlem e del cuore di Maria; nel silenzio di Nazaret ha pensato il Vangelo; nelle notti in preghiera ha composto le beatitudini e le parabole della Misericordia. Nel silenzio ha convertito la Samaritana e ha parlato al cuore di Maria di Betania. Ai Farisei che volevano un segno che egli era Dio, annunziò il silenzio della tomba.

Solo nel silenzio Gesù plasma i cuori dei santi. Come Maria di Magdala, usciamo dalla città, cerchiamo il silenzio, per incontrare Cristo e vivere da “risorti” nel mondo.

 

Tremò inorridita la terra,

il cielo, turbato, si scosse,

il tempio lacerò il suo velo

accogliendo

il Tuo ultimo spiro.

 

Ma quando l’amore del Padre

Ti cinse le vesti di gloria

anche il masso del sepolcro

restò muto e senza peso

nel suo riversarsi stupìto.

 

Sei risorto nel silenzio:

non dei morti e del frastuono,

ma del silenzio e della vita

Tu sei Dio e Signore.

 

Il silenzio adorante

dei pascoli di Betlem

e l’estasi mistica

di Maria, Tua Madre,

hanno avvolto in fasce

il Tuo natale nel mondo.

 

La pace intima

del nido di Nazareth

custodì silenziosa

la Parola Divina

finché attesa non giunse

l’ora voluta

dall’ Eterno Disegno.

 

Nella quiete orante

delle notti col Padre

germogliava l’annunzio

della vita beata

e del perdono di Dio,

che mai viene meno.

 

Nel silenzio di Sicar

Tu doni acqua viva

e nel cuore ospitale

di Maria di Betania

deponi la gioia

della parte migliore.

 

Il segno di Giona

che a Israele annunziasti

era il silenzio di tomba

del sepolcro glorioso,

grembo fecondo

di vita per noi.

 

Con i colori del silenzio

or ritrai nei cuori

Tue divine sembianze

e modelli con arte

apostoli, vergini e santi.

 

Anch’io con l’altra Maria,

prima dell’alba,

venga ogni giorno

sulla via del silenzio,

fuori le mura,

per camminare da “risorto”

sulle strade del mondo.

† Mario, Vescovo

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI