Giovedì 15 Novembre 2018
   
Text Size

Dopo 30 anni riapre il teatro. E Acquaviva si riempie d'arte

teatro comunale.2

   

Come in un bel film, ad Acquaviva delle Fonti, imprenditori, artigiani, artisti, commercianti, tecnici e semplici cittadini hanno deciso che il teatro comunale, chiuso dagli anni Ottanta, andava riaperto.

E domani il miracolo si avvererà, alla presenza del presidente della Regione Nichi Vendola, del gruppo musicale dei Rosa Paeda, e di una sfilza di pittori e scultori come Carpignano, Chionna, Delli Carri, De Sirio, Fusca, Giannini, Guaricci, Labianca, Maiullari, Mascoli, Sannicandro, Sivilli, Spizzico, Sylos Labini e Venuto, che esporranno negli spazi dell'ex cinema-teatro coordinati dal delegato del sindaco alla riapertura del teatro, Francesco Longobardi, e dal curatore d'arte Massimo Nardi. In contemporanea, un gruppo di fotografi - Altobelli, Bellino, Catalano, Cusano, D'Alessandro, De Santis, Di Lanno, Di Troilo, Fantetti, Fiantanese, Fusco, Gatti, Ingegno, Labianca, Laddago, Mastrogiacomo, Nardomarino, Pansini, Pastoressa, Regina, Simi, Spagone, Stufano - esporranno a Palazzo de Mari dove, in serata, avverrà la premiazione dei vincitori di un concorso-collettiva unico nel suo genere, "La Cipolla è un'altra cosa- Una cipolla rossa in cerca d'autore".

Un esercito di artisti di tutto rispetto - Castellaneta, Castellano, Capozzo, Salierno, Laterza, Sambur, Mastromarino, Carissimo, Pinto, Alicò, Fulvio Aimo Boot, Patruno, Ferrulli, Ciccarone, Novielli, Tritto, Lassandro, Lazzazzera, Caldarola, Angelilli, Poveromo, Taras, Spilotro, Porreca, Smaldino, Lapi, oltre a tutti gli studenti dell'Istituto Rosa Luxemburg - hanno "prestato" per qualche giorno le loro opere ispirate al prodotto tipico acquavivese noto per le sue proprietà salutistiche alle vetrine dei negozi Pasquina, Nanà, Glamour, Insieme Arredamenti, Orme, L'Angolo, Ottica Sapone, Laterza Spose, Ral Fashion, Intimo, Unieuro, Ippolito Gioielli, Fiori d'Arancio.

Molta ironia: si potrà ammirare una "Cipolla meccanica", parodia del capolavoro di Kubrik o una "Cipolla Wonka, ispirata alla Fabbrica di cioccolato di Tim Burton. Espongono anche le altre scuole (il Primo e Secondo circolo delle Elementari, l'Istituto Professionale Chiarulli).

E sono previste altre sorprese, domani, tra le vie Monsignor Cirielli, via Roma, Piazza Vittorio Emanuele, piazza Garibaldi. La manifestazione, dedicata al ricordo del Pittore locale Graziano Vaiani, è sia un concorso che una collettiva popolare: le 25 opere in competizione sono esposte in via Monsignor Cirielli e alcune in altre vie interessate dalla manifestazione; tutte le altre nelle vetrine di via Roma, piazza Vittorio Emanuele e piazza Garibaldi.

Commenti  

 
#8 complimento 2014-04-03 15:57
bravo Achille sei superlativo
 
 
#7 francescoco 2014-04-03 10:04
Facta non verba..
 
 
#6 Lep Enist 2014-04-03 09:18
Come diceva, un tempo, un giovane Danilo Fatur, artista, ballerino, cantante: "L'Arte è la disciplina del Nulla. E per essere artista serve disciplina. Perché è tutto un Nulla." - Danilo Fatur, CCCP Fedeli alla Linea.
 
 
#5 Lep Enist 2014-04-02 23:29
Caro Francesco (ma salutando con riverenza Achille), io tiro a Te due conclusioni. Poi, fai tu... La prima: hai torto... perché vuoi contraddire, bello e su due piedi, l'opinione dominante. Quella cosa bella e costruita nell'oligarchia locale di anni... e destinata a tutto il popolo bue. Piegato. (In)Consapevole . Ma compiaciuto... La seconda: hai ragione. Ma non scendi in campo... Nel campo dell'informazio ne. Carlucci avrà sbagliato o avrà ragione? Ma Tu lo sai? O non lo sai? - Tutto parte da una buona informazione, da fonti sicure, caro Francesco... e da persone capaci di scavare e remare "anche" contro corrente. PER ME, CARLUCCI NON E' IL MALE. La cosa mi tange relativamente. Basta sappia fare qualcosa. La città non decolla senza idee. IL MALE (VERO, ANZI: VERISSIMO), però, E' ACCONTENTARSI.. . DEL PRESSAPPOCHISMO DELL'INFORMAZIO NE. IL MALE E' IL NON SCENDERE IN CAMPO. In questo campo. Saluto la cortese oligarchia.
 
 
#4 corrado liuzzi 2014-03-30 23:53
SINDACO, fai spostare le lamiere e gli ostacoli presenti nel cantiere del teatro. Altrimenti se qualcuno si fa male il comune (cioè noi) sarà costretto a pagare i danni .
 
 
#3 achille 2014-03-29 13:45
Ma che vuole, quel Francesco? Mi sia permesso, intanto, di dirgli che "fuaier" si scrive foyer e che kulturali si scrive culturali (di che mi azzecca quella k?. Ma che vuole? vuole che non si faccia nemmeno quello che le attuali risorse consentono di fare? In soli otto mesi di gestione Carlucci, con i suoi ottimi ed entusiasti collaboratori in Giunta e fuori, Acquaviva è tutto un fermento culturale e non si è contenti? Di Acquaviva si torna a parlare bene fuori dalle mura cittadine; il piano regolatore, grazie al ricorso al Consiglio di Stato (che ha sospeso la sentenza di annullamento del TAR Puglia) è in pieno vigore; nella zona industriale si avvertono le prime interessate proposte di nuovi insedia- menti; il parco giochi di via Vittime di via Fani è in via di avanzata riattivazione; si è creata una zona per lo sgambamento dei numerosi cani; sono stati avviati i lavori di sistemazione delle strade di campagna; la raccolta differenziata dei rifiuti va già molto meglio... e Francesco vuole ancora "i fatti"? Che fatti vuole? Ma vive ad Acquaviva o sulla luna? Certo che il Teatro comunale non è stato "completamente" riaperto, ma pare nulla che si sia ripreso a frequentarlo e, tra non molto, si potrà utilzzarne gran parte proprio a fini di spettacolo? Ah, il solito vizio di certi acquavivesi, pronti a criticare dalla finestra!!!
 
 
#2 francesco2 2014-03-29 10:44
più che riapertura del teatro o del foyer è stata semplicemente la riapertura della saracinesca scassata del teatro...ma
 
 
#1 francesco 2014-03-28 11:40
E' bravo il nostro sindaco. Che colpo di genio!
"Riapre il nostro vecchio teatro", e tutti sono felici e contenti..
Ma siete così creduloni?
Non riapre il teatro, ma soltanto il fuaier ( l'entrata). Qui ad Acquaviva ormai primeggiano soltanto le manifestazioni kulturali. Alcune popolari, la gran parte di nicchia. La gente vuole anche altro, i fatti signor Sindaco, i fatti.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI