Mercoledì 14 Novembre 2018
   
Text Size

"I rifiuti non si buttano". La De Amicis al gioco quiz in TV

i rifiuti_non_si_buttano

  

 

La società moderna, con il suo ritmo liquido e veloce, è l'espressione del consumismo più smodato; ogni cosa sembra soggiacere alla logica dell'usa e getta e spesso sembra diventare obsoleta ancora prima di essere utilizzata. In questa società l’uomo non si rende conto che acqua, terra, petrolio sono risorse preziose per la vita del nostro Pianeta. Ad essere fagocitati, accumulati a poi ammucchiati in ogni dove sono infatti tutti i nostri beni naturali.

Si tratta si una folle corsa all’accaparramento, dettata da un modello di sviluppo che non accenna a rallentare. Quindi non ci rimane che gestire al meglio le materie prime e riutilizzare i materiali di scarto. Questo dovrebbe essere il leit motiv che ognuno di noi dovrebbe “sentire” per dare il suo personale contributo alla salvaguardia della nostra amata Terra secondo la propria sensibilità. E la sensibilità di ogni individuo su queste tematiche viene già plasmata in famiglia, e poi rivista e approfondita a scuola in cui, da sempre, si studiano e si dibattono - tra le altre cose - le questioni energetiche, climatiche ed economiche. In questa ottica, ormai da anni, tutti gli studenti e soprattutto quelli delle scuole primarie, condividono programmi ed iniziative sulle cosiddette buone pratiche sociali, come la raccolta differenziata e lo smaltimento dei rifiuti.

A questo proposito la società Antimedia ha organizzato, in collaborazione con le scuole primarie di I e II grado di tutta la Puglia, un gioco a quiz che andrà in onda su ben quattro emittenti regionali e sarà condotto da Antonio Stornaiolo (del famoso duo comico “Toti & Tata”). Il format è stato promosso dall’Unione Europea e dalla regione Puglia e viene realizzato grazie al “Progetto di Comunicazione” finanziato con un piano europeo di sviluppo regionale nonché supervisionato dall’Ufficio Scolastico Regionale di Bari.

In ogni puntata si affronteranno due classi concorrenti di uno stesso Istituto, rispondendo a domande - ironiche e divertenti - sull’oggetto della trasmissione: la raccolta differenziata dei rifiuti e il loro riciclaggio.

In realtà, si badi bene, lo spirito del programma non sarà tanto quello della competizione quanto quello della promozione delle tematiche ambientali e di tutte le eventuali proposte culturali che gli adolescenti divulgheranno per il pubblico a casa.

Ancora una volta sono i nostri giovani a dare una spinta, una marcia in più a iniziative di condivisione e di promozione del bene comune. Ancora una volta la Televisione incontra la Scuola, grazie allo sforzo economico dell’UE e delle istituzioni regionali italiane, cercando di sensibilizzare e sostenere le “buone pratiche sociali” nel tentativo di salvaguardare la nostra “grande casa”, la Natura, e per garantire il benessere collettivo.

Anche i ragazzi della nostra scuola “E. De Amicis” sono stati coinvolti in questa iniziativa culturale. Infatti i bambini della classi V sez. C a tempo pieno - con le docenti Maristella Mirizzi e Francesca Mastrorocco - e le classi V delle sez. A e B - con le docenti Teresa Carnevale, Maria Demarinis e Rosa Dinapoli - parteciperanno tra i concorrenti del programma televisivo che verrà registrato nella nostra scuola il 10 marzo prossimo. È un onore e un privilegio nonché una grande opportunità per la nostra scuola che premia lo sforzo degli insegnanti e manifesta la notevole sensibilità e rispetto per la salvaguardia dell’ambiente e la delicata questione dei rifiuti raggiunta dai nostri ragazzi.

Vi invitiamo dunque a seguire i nostri ragazzi che, senza retorica e per puro spirito di divertimento, si sfideranno nel gioco-quiz I RIFIUTI NON SI BUTTANO.

 

Ins. Maristella MIRIZZI

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI