Martedì 13 Novembre 2018
   
Text Size

Seminario: "I Bandi Nidi della Regione: come usarli"

Palazzo di_Citt

 Il 13 febbraio è stato lanciato il bando NIDI della Regione Puglia, uno strumento fondamentale per start-up guidate da giovani entro i 35 anni, da donne, disoccupati e lavoratori precari. Una opportunità per mettersi alla prova in vari settori, dal manifatturiero a quello dei servizi, dal settore turistico (bed & breakfast) alla ristorazione, senza dimenticare agenzie di viaggio, servizi allo sport, attività professionali e tanto altro ancora.

Il bando finanzia progetti fino ad un importo massimo di 150.000 euro attraverso la concessione di un doppio contributo, metà a fondo perduto e metà a tasso agevolato da restituire in massimo 60 rate mensili. I contributi possono arrivare a coprire il 100% degli investimenti (escludendo l'IVA).

Il Comune di Acquaviva vuole offrire una occasione di confronto e discussione su questa opportunità rivolta principalmente a giovani e meno giovani che hanno idee imprenditoriali ma spesso non adeguati capitali in grado di tradurle in realtà. Il dibattito verterà non semplicemente sulla illustrazione del nuovo bando per il quale la Regione ha attivato appositi centri informativi, ma soprattutto sui trend del mercato, sui settori che tirano in questo momento di recessione, perché fare impresa significa principalmente avere un'idea che abbia mercato. E i fondi pubblici vengono valorizzati quando servono a finanziare imprese in grado di avanzare anche in periodi di crisi e di rapidi mutamenti condizionati dalla globalizzazione, come l'attuale congiuntura.

Di questo, delle opportunità, delle vocazioni del nostro territorio, e degli strumenti atti a valorizzare l'imprenditorialità locale, parleranno lunedì 24 febbraio alle ore 17.00 nella sala Colafemmina l'assessore alle attività produttive Luca Dinapoli, il consigliere Beppe Di Vietri e il consulente aziendale Francesco Colafemmina.

La cittadinanza e in particolar modo tutti coloro che coltivano un'idea imprenditoriale e non sanno come tradurla in realtà, sono invitati a partecipare.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI