Giovedì 15 Novembre 2018
   
Text Size

27 gennaio – Acquaviva Ricorda: osserviamo un minuto di silenzio

primo piano_27_gennaio

 

GenLocal ringrazia AcquavivaNet per la condivisione del presente messaggio. – Ricordare, per dire NO: al nichilismo, all’ignoranza, al revisionismo, al possibile desiderio di violenza; che – guarda caso – sono assieme i primi quattro mali pseudo-culturali che ruotano attorno alle giovani generazioni italiane di oggi.

http://genlocal.wordpress.com/2014/01/26/27-gennaio-acquaviva-ricorda-invitiamo-ad-osservare-un-minuto-di-silenzio/

Parole spese solo qualche giorno fa: oggi, dopo aver sentito – nelle ultime ore - alcune spiacevoli notizie a livello nazionale, queste parole hanno molto più valore. Molto più significato.

Qui si tratta – molto semplicemente – di fermarsi un momento… e di cercare di riflettere in silenzio. Affinché lo scempio del nostro passato non sia più oggetto di interesse per il nostro domani. Contro il nichilismo, l’ignoranza, il revisionismo, e la possibile induzione alla violenza fra i giovani nell’Italia di oggi.

Affinché i giovani, i cittadini, le associazioni, gli stessi giovani in politica, possano non porre sotto gamba la cultura della Memoria; affinché le scuole e le istituzioni locali possano ricordare nelle modalità previste dalla legge della Repubblica Italiana.

UN MINUTO DI SILENZIO NELLE SCUOLE E NEGLI UFFICI – Come proposta sia di GenLocal che di AcquavivaNet.

Riportiamo le parole dell’Assessore Antonia Sardone in merito a quanto sarà previsto nel corso della giornata: “La Giornata della Memoria sarà commemorata ad Acquaviva delle Fonti (…) con il coinvolgimento diretto delle istituzioni scolastiche che saranno invitate a partecipare all’iniziativa promossa dall’Amministrazione Comunale sul tema dell’Olocausto. L’iniziativa, che si terrà alle 19.00 presso la Sala Colafemmina e sarà aperta all’intera cittadinanza, consisterà in un dibattito iniziale durante il quale saranno invitati a portare le loro testimonianze coloro che hanno vissuto quel tragico periodo storico in un confronto aperto di esperienze e di ricordo di importanti eventi che, in particolar modo, hanno interessato il nostro territorio. Subito dopo sarà proiettato il film vincitore di numerosi premi e riconoscimenti  “Train De Vie” di Radu Mihaileanu con Agathe De La Fontaine, Lionel Abelanski, Rufus, Clément Harari.”

Riportiamo ampio estratto della pagina AcquavivaNet dello scorso anno in merito la commemorazione del 27 gennaio. http://www.acquavivanet.it/attualita/3987-27-gennaio-qlitalia-nel-giorno-della-memoriaq.html

Oggi l’Italia vive il Giorno della Memoria: giorno istituito con la legge 211 del 20 luglio 2000. Amministrazioni pubbliche, associazioni e comitati organizzeranno, oggi, su tutto il territorio nazionale, manifestazioni, eventi, convegni, conferenze… Nell'articolo 1 sono racchiusi i valori di un impegno civile: “La Repubblica italiana riconosce il giorno 27 gennaio, data dell'abbattimento dei cancelli di Auschwitz, Giorno della Memoria, al fine di ricordare la Shoah, le leggi razziali e la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, gli italiani che hanno subìto la deportazione, la prigionia, la morte, nonché coloro che, anche in campi e schieramenti diversi, si sono opposti al progetto di sterminio, ed a rischio della propria vita hanno salvato altre vite e protetto i perseguitati”. In particolare, la data della ricorrenza è legata al 27 gennaio 1945: quando le truppe sovietiche entrarono nella città polacca di Auschwitz, liberando prigionieri denutriti, sfiniti, abbandonati. Viventi, ma come privi di vita. Liberi da un campo di concentramento. I militari presenti stentarono poi credere ai loro occhi: un sorprendente numero di prigionieri ebrei. Un piano di genocidio esteso anche a minoranze rom, omosessuali, e altre storie umane. Un progetto esteso in diverse regioni dell’Europa. Le testimonianze dei sopravvissuti ci raccontano della scomparsa di almeno sei milioni di vite: i campi dell'orrore, promossi dal regime nazista, erano dunque disseminati anche in Italia; paese al tempo alleato a Hitler e responsabile delle leggi razziali.”

CONTRO L’IGNORANZA, PER LA CIVILTA’ DELLA MEMORIA: ACQUAVIVA RICORDA 27 GENNAIO – 10 FEBBRAIO

 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI