Mercoledì 14 Novembre 2018
   
Text Size

Avvisi di pagamento saldo TARSU 2013

 Palazzo di_Citt

 

 

"Non si rischiano sanzioni - scrive il sindaco Davide Carlucci in una nota apparsa ieri sul suo profilo pubblico Facebook- se non si rispetta di pochi giorni la scadenza del 16 dicembre per il pagamento della rata Tarsu. La precisazione è arrivata dal Ministero. Questa maggiorazione, lo ricordiamo, confluirà nelle casse statali e non in quelle comunali".

Di seguito l'Avviso pubblicato sul sito istituzionale della nostra città:

 

Si comunica che il Comune di Acquaviva delle Fonti con delibera di Consiglio Comunale n. 34 del 22/11/2013, avvalendosi della facoltà prevista dall’art. 5 , comma 4-quater del D.L. 102/2013, ha deciso di ripristinare il prelievo TARSU esistente nel 2012, disponendo che il versamento dell’ultima rata del tributo avvenga sulla base dei criteri e delle modalità osservati per l’applicazione della TA.R.S.U. di cui al D. Lgs 507/93, fatta salva la maggiorazione di € 0,30 per metro quadrato, di cui al comma 13 dell’art. 14 del D.L. n. 201/2011. L’Ufficio Tributi sta provvedendo all’invio a tutti i contribuenti della rata a saldo contenente il residuo del dovuto, sulla base delle nuove tariffe che sono state deliberate (Delibera C.C. N. 34 del 22/11/2013), oltre alla maggiorazione statale di € 0,30 per metro quadrato di cui all’art. 14, comma 13, del D.L. n. 201/2011. La rata della maggiorazione statale nella misura standard di € 0,30 al mq. di cui all’art. 14, comma 13, del D.L. n. 201/2011, avrà scadenza unica il 16 dicembre 2013, mentre la rata a saldo TARSU 2013 avrà scadenza il 28/02/2014.

Per il pagamento delle rate saranno utilizzati i mod. F24 indicando il codice tributo 3944 per la Tassa Rifiuti ed il codice tributo 3955 per la maggiorazione statale.

I contribuenti che non ricevano l’avviso di pagamento con i mod. F24 già compilati, devono rivolgersi presso la CENSUM spa –sportello di Acquaviva delle Fonti – via Don Cesare Franco 6/N, nei giorni di apertura al pubblico, per ritirarne copia.

IL SINDACO

Dott. Davide F.R. Carlucci

L’ASSESSORE

Sig. Luca Dinapoli

IL FUNZIONARIO RESPONSABILE

Dott. Francesco Capurso

 

Commenti  

 
#4 Il plebeo 2013-12-19 16:11
Imposizione tributaria pesantissima e non più tollerabile a fronte di un servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti pessimo. La raccolta differenziata nel nostro paese è scarsissima, perciò l'ecotassa imposta dalla Regione, per i comuni inadempienti, a partire dal 01/01/1914, aggraverà ulteriormente la pressione fiscale. La TARSU è aumentata del 45% negli ultimi 2 anni, un 15% deciso dall'Amministra zione Squicciarini ed un'altro 30% dall'attuale Amministrazione Carlucci. Quest'ultima non ha modificato lo status quo, dicesi andazzo: il contratto con la "Lombardi Ecologia" è scaduto da un bel pò di anni e si continua in prorogatio fino alle calende greche. Mi hanno riferito che in questa Amministrazione c'è la tendenza al nepotismo per quanto riguarda le assunzioni. ll Sindaco Carlucci è informato? I problemi annosi di Acquaviva sono ancora al palo. Si galleggia alla grande. Le famiglie sono allo stremo delle proprie possibilità economiche. Non se ne può più di questa politica fallimentare su tutti i fronti e quello che fa più specie è che i cittadini di Acquaviva non si indignano per quanto accade. Panem et circenses è una locuzione tuttora usata e che i politici conoscono molto bene ed applicano anche se per molte famiglie alla soglia della povertà non è adesso molto appropriata. E' un metodo di governo improntato alla più facile demagogia, e tendente a tenere i cittadini ignoranti, non pensanti, furbastri e menefreghisti, accontentandoli con feste e con facili divertimenti. Che squallore!!!!.N on si vede nessuna luce in fondo al tunnel, e perciò nessuna prospettiva per il futuro.
 
 
#3 Nicola 2013-12-18 21:35
Perchè alcuni Sindaci di diverse città hanno deliberato di prorogare il pagamento della maggiorazione dovuta della TARSU per il 2013 entro il 16 gennaio 2014 ?
 
 
#2 jack lemon 2013-12-16 21:43
che salasso...non se ne può piu'. come i limoni ci state spremendo.
altro che i forconi,ci voleva qualcos'altro.
 
 
#1 un cittadino 2013-12-16 13:35
La CENSUM ai cittadino che chiedono info dicono che la scadenza è il 16 gennaio rifacendosi ad una nota presente sul sito del Governo all'indirizzo http://governo.it/Notizie/Ministeri/dettaglio.asp?d=74091. MOLTA CONFUSIONE
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI