Martedì 20 Novembre 2018
   
Text Size

Giornata contro Abusivismo Commerciale e Contraffazione

Confcomemcio bari

 

 

Confcommercio aderisce alla giornata nazionale di mobilitazione contro l’abusivismo commerciale e la contraffazione, organizzata da Confcommercio Imprese per l'Italia per lunedì 11 novembre.

 

Un'iniziativa per denunciare - dati alla mano - l’entità e le conseguenze sull’economia di questi fenomeni che, di fatto, rappresentano una vera e propria concorrenza sleale che altera il mercato e alimenta l’economia sommersa.

“Rispettare le nostre Imprese – spiega il presidente di Confcommercio Puglia, Alessandro Ambrosi – è un segno di civiltà in quanto i fenomeni legati all'abusivismo e alla contraffazione, alterano la concorrenza, inquinano il mercato e, sempre più sovente mettono a repentaglio la salute dei consumatori, a maggior ragione nell'attuale momento di grave crisi per l'economia reale del Paese. Chiediamo, quindi, un colpo definitivo all’economia sommersa, al lavoro nero che troppo spesso viene svolto alla luce del sole. E lo facciamo chiamando a raccolta tutti i nostri e i cittadini".

In questo contesto, l’11 novembre, alle 10.30, la giornata di mobilitazione sarà aperta, nella sede di Confcommercio Puglia – piazza Aldo Moro 33, a Bari – dall'intervento in diretta streaming del presidente nazionale Carlo Sangalli. Con lui, i ministri Flavio Zanonato e Angelino Alfano e il comandante di corpo d’armata della Guardia di Finanza Pasquale Debidda.

 

Al termine – previsto attorno alle ore 11.30 – la manifestazione proseguirà con una tavola rotonda cui parteciperanno, oltre ai vertici locali della Confcommercio e delle varie associazioni di categoria, anche i rappresentanti delle Forze dell'Ordine.

 

Nel corso del collegamento sarà illustrata una dettagliata ricerca di Confcommercio, sia a livello nazionale che regionale, con i dati forniti dal Censis sui fenomeni dell'abusivismo e della contraffazione. Abbigliamento, accessori, beni per il tempo libero, cosmetici, apparecchi elettrici ed elettronici, merci alimentari: è solo un breve elenco di cosa è possibile comprare al mercato nero. Senza tralasciare i servizi che vengono forniti abusivamente e che quindi mettono a repentaglio la sicurezza nella vita di tutti i giorni. Contraffazione: nominando questa parola vengono in mente tante cose, tutte legate ad una grave forma di illegalità, sovente alimentata dalla criminalità organizzata. Parliamo di settori, abusivi e quindi illeciti, che riguarda la produzione e la commercializzazione di beni materiali, per la persona o per la casa o anche alimentari, che non hanno quelle caratteristiche di sicurezza o omologazione dell’Unione Europea o dello Stato Italiano. Parliamo di merci e servizi che non potrebbero essere prodotte, vendute, consumate, ma che trovano spazio nelle nostre vite e città e rischiano di portare sia problemi di salute oltreché gravi danni per la nostra economia.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI