Giovedì 15 Novembre 2018
   
Text Size

La Cucina pugliese si presenta al mondo come stile di vita

599354 10200396911274132_1876810718_n.2


“Mangiare sano, vivere bene”

 


Perché diamo tanta importanza al cibo? Perché dietro una cultura alimentare c’è una filosofia  di vita, una visione del mondo, un
modo di concepire i rapporti umani. La cucina pugliese è espressione esemplare della dieta mediterranea, riconosciuta come
Patrimonio immateriale dell’Umanità dall’UNESCO.
Dopo il debutto Milanese, presso l’Urban Center nella giornata del 24 settembre, per l’evento “Acquaviva dei Navigli”,  l’associazione Acquaviva Libera, in collaborazione con l’amministrazione comunale di Acquaviva delle Fonti e la Provincia di Bari,
ha organizzato per il 29 settembre, nella suggestiva cornice del Circolo del Ministero degli Affari Esteri, Lungotevere dell’Acqua
Acetosa 42, un evento  dal titolo “Mangiare Sano, Vivere Bene. Suoni, Tradizioni e Sapori della Terra di Bari”. Sarà una festa, con tanto di banda musicale – il complesso bandistico acquavivese è uno dei più rinomati d’Italia, vincitore di premi internazionali a Istanbul e a Stoccolma – alla quale sono stati  invitati diplomatici di tutto il  mondo e l’ambasciatore per eccellenza della Puglia, Renzo Arbore.

Sarà anche presentato in anteprima il primo video documentario sulla salsa, il rito collettivo e familiare della preparazione della
passata di pomodoro fatta in casa, una tradizione  secolare che sta tornando in voga oggi in tempi di crisi. Il docufilm, è stato
realizzato tra Acquaviva e San Marzano di San Giuseppe, dal video maker Giuseppe Campanale, a partire da un’idea di Roberta
Genghi. In un’ingegnosa sintesi di economia domestica, utilizzo dei prodotti  locali, e antico sapere popolare, nonché momento
di aggregazione del nucleo familiare o di rione in una sana tecnica ormai consolidata, che porta nell’inverno successivo approvvigionamento di  prezioso e genuino alimento in grado di durare mesi e mesi nelle cantine. Il documentario crea una corrispondenza tra 2 differenti tipologie di famiglie che si dedicano alla preparazione del prodotto finale, con l’ausilio della voce
arrante di Achille Signorile (scrittore, ex sindaco e noto personaggio acquavivese). L’indagine è  tesa a esplorare non le metodologie tecniche di produzione della salsa di pomodoro,  quanto il recupero di aneddotica storica locale, tradizione popolare legata al flusso di preparazione della salsa, nonché alla valorizzazione di elementi comuni in ambienti familiari/culturali differenti. Non è la prima volta che il cinema racconta la  gastronomia pugliese: nel corso della serata, infatti, saranno proiettati
anche brani di “Focaccia Blues”, film manifesto della rivincita della cucina slow sull’omologazione alimentare imposta dalle grandi catene del food, diretto da Nico Cirasola e ispirato a  un’idea delgrande divulgatore della cucina pugliese Onofrio Pepe,
che sarà presente all’evento.
Le virtù delle eccellenze agricole di Acquaviva, che vanta ben due presidi slow  food -­‐ la cipolla rossa e il cece nero – e un vino
primitivo con cantine riconosciute e premiate a livello internazionale, saranno descritte in ogni dettaglio da Pino Africano, naturopata e comunicatore della dieta mediterranea. Prelibatezze che lo chef Pasquale Pedone (Masseria Mofetta) e il maitre
Gabriele Tisci offriranno alle personalità invitate, tra le quali diplomatici degli Stati Uniti, Israele, Kazakhstan, Malta, Albania e
Cipro, dirigenti delle Camere di commercio straniere, il Vice Presidente del Parlamento Europeo Gianni Pittella, gli assessori della Provincia di Bari Francesco Caputo e Vito Giampetruzzi.


Per contatti:
Vito Giorgio, delegato al marketing dei prodotti tipici del comune di Acquaviva, 348.4705191
Onofrio Pepe, consulente per le strategie culturali gastronomiche del comune di Acquaviva, 338.8158848
Carmela Capozzo, consigliere con delega all’internazionalizzazione,339.1323223
Giuseppe Campanale, autore del documentario “La Salsa”, 340.5197171

 

 

 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI