Mercoledì 14 Novembre 2018
   
Text Size

Calici di Luna: "Ecco i vincitori di questa quarta edizione"

calici di_luna_2013

 Rossi e bianchi primeggiano nella sera dei Calici di Luna 

 

È stata un successo di critica e pubblico la quarta edizione dell’evento Calici di Luna, tenutosi ad Acquaviva delle Fonti e riservato alla promozione delle eccellenze vinicole e delle prelibatezza gastronomiche della Puglia e che ha fatto si che Piazza Vittorio Emanuele, fosse gremita sino a tarda ora da curiosi ed appassionati. Organizzato dall’associazione “Terraviva di Acquaviva” l'evento ha visto gareggiare 12 cantine pugliesi per contendersi il podio del miglior rosso e bianco della rassegna. Questi i partecipanti: Cantine Ferri (Valenzano), Cantine del Colle (Santeramo), Albea (Alberobello), Cantine Viglione (Santeramo), Cantine Giuliani (Gioia del Colle), Cantine Polvanera (Acquaviva), Cantine Chiaromonte (Acquaviva), Cantine Pietraventosa (Gioia del Colle), Cantine Terra Jovia (Gioia del Colle), Cantine Imperatore (Adelfia), Nettare di Vino (Acquaviva).

Al termine della conferenza che ha fatto il punto sulla situazione del comparto vinicolo e sulle prospettive di sviluppo ed alla quale hanno preso parte il sindaco dott. Davide Carlucci, esponenti dell’AIS (Associazione Italiana Sommeliers), il dott. Giuseppe Baldassare enologo presidente di giuria, la referente comunale AIS Rossana Novielli, l’assessore provinciale Vito Giampetruzzi ed il presidente dell’associazione “Terraviva di Acquaviva”, Nicola Novielli, sono stati proclamati i due vincitori, ovvero il Fiano Minutolo 2012 delle Cantine Polvanera ed il Purpureus Primitivo 2005, delle Cantine Ferri.

“Possiamo ritenerci soddisfatti di questa edizione” – ha dichiarato Nicola Novielli – “il pubblico ha apprezzato la bontà dei vini e l’offerta gastronomica. Ora però lavoriamo ad allargare la partecipazione all’evento estendendolo anche oltre i confini pugliesi, perché crediamo molto nella promozione delle nostre produzioni vitivinicole”.

Sulla stessa linea di pensiero anche il sindaco Davide Carlucci: “Calici di Luna ha dimostrato che si può coniugare una rassegna enogastronomica con la voglia di fare impresa della quale abbiamo tanto bisogno. Credo soprattutto che debba essere individuato un metodo di riconoscimento per la produzione vinicola locale, per conferirle un maggiore appeal sul mercato italiano ed estero. Sappiamo quanto il marketing e le certificazioni siano importanti per il successo di un prodotto e come amministrazione intendiamo adoperarci in tal senso anche per altre specialità che contraddistinguono il nostro comune”.

 

 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI