Venerdì 16 Novembre 2018
   
Text Size

E' deciso: chiude il Tribunale di Acquaviva

tribunale

Chiude il Tribunale di Acquaviva, sede distaccata di quello di Bari.

A sopravvivere, stando alla decisione del Ministero della Giustizia comunicata ieri al Presidente del Tribunale di Bari, Vito Savino tre sedi distaccate: Modugno, Altamura e Rutigliano.

Chiuderanno invece, oltre a quella acquavivese, anche quelle di Bitonto, Monopoli e Putignano.

Tutte le cause sia pendenti sia nuove, civili e penali, di Bitonto e Acquaviva saranno trasferite a Modugno, mentre quelle di Monopoli e Putignano a Rutigliano.

 “Per quanto riguarda la situazione di Bari - spiega Savino in una nota - il tribunale non viene toccato e questo rappresenta una vittoria, considerando la carenza di spazi che ci troviamo ad affrontare ogni giorno. Siamo riusciti a salvare anche Modugno, Altamura e Rutigliano, anche se io avevo chiesto la proroga per tutte le sedi distaccate, ad eccezione di quella di Acquaviva dove i locali utilizzati dalla giustizia erano in fitto. Infine ho chiesto e ottenuto che le sedi ancora attive si occupino non solo dei procedimenti pendenti ma anche di quelli di nuova istituzione». Adesso Savino dovrà affrontare un altro problema, quello proprio del tribunale di Modugno che dal vedersi chiuso, ora dovrà invece ampliarsi, per poter gestire i procedimenti pendenti e nuovi di Bitonto e Acquaviva. Per questo il presidente del tribunale ha già convocato i sindaci di Modugno e di Rutigliano per capire se ci sono locali adatti ad ospitare gli uffici decentrati.

Entro il 14 settembre la nuova riorganizzazione dei servizi della giustizia deve entrare in attività.

A nulla, dunque, sono serviti gli sforzi dell'Amministrazione Comunale acquavivese e dei comuni confinanti per far cambiare l'indirizzo del Ministero nonchè l'interessamento delle forze politiche (di centrodestra e centrosinistra) e nonostante le alternative proposte sul territorio.

 

Commenti  

 
#8 m5s 2013-09-03 09:15
Diciamo che si hanno altri vantaggi allo spostamento del tribunale a Modugno....meno auto che creano ingorghi nella zona del tribunale,meno parcheggi vandalici,meno vigili urbani che presiedono quella zona diventata quasi inutile ed ovviamente rinforzare con il loro impiego ad esempio la scuola in via f.lli caporizzi,dove manca la loro presenza nei periodi scolastici cosi da scoraggiare avvenenti autisti che si barcamenano in controsenso x quella via a discapito degli scolari che all'uscita da scuola si destreggiano fra pericolosi slalom fra le auto... quindi mi chiedo...valgon o di più i vantaggi della presenza del tribunale qui,o la sicurezza dei ns bambini ad accedere ed uscire da scuola in tutta sicurezza?
 
 
#7 santina 2013-09-02 22:20
grazie della spiegazione esauriente sui vantaggi. Però per una valutazione obiettiva bisognerebbe confrontare i vantaggi con gli svantaggi. Quali sono gli svantaggi di avere il Tribunale in paese come Acquaviva?
 
 
#6 Achille 2013-08-31 23:59
Vorrei segnalare a Santina i vantaggi di avere il Tribunale ad Acquaviva. Non parlo degli Avvocati (di Acquaviva, Gioia del Colle, Cassano Murge e Santeramo in Colle), i quali dovranno sobbarcarsi la spesa e la ulteriore fatica di recarsi a Bari (o a Modugno) per depositare i fascicoli, per recarsi alle udienze, per depositare le ulteriori memorie, ecc. ecc. e tutto questo peserà di più sulle parcelle... Nè parlo delle parti e dei testimoni che dovranno essere costretti anch'essi a recarsi lì, almeno una volta durante tutto il procedimento (civile o penale che dir si voglia). Ma parlo soprattutto della marea di gente che ogni giorno venniva ad Acquaviva per motivi di giustizia: avvocati, parti, testimoni, periti di ufficio e periti di parte. E tutta questa gente, nelle more delle udienze, andava al bar, si fermava al panificio o al fruttivendolo o anche dal macellaio, girava per le strade e per i negozi, acquistava o programmava acquisti, magari tornando il pomeriggio con i familiari... Beh, se tutti questi non sono vantaggi!...
 
 
#5 Pasquale G. 2013-08-31 15:34
Quello che dice Achille@, è vero, c'è disservizio nei tribunali, i fascicoli sono polverosi e inguardabili e si perdono, i giudici si rimpallano le cause, anche se lui se la prende solo con i vecchi GOA (solo i GOA erano inefficienti?), godono le persone disoneste ma soprattutto chi è disonesto per mestiere. Comunque una soluzione c'è, come mai con tutte le eccellenze in ambito giuridico che abbiamo ad Acquaviva nessuno ci ha pensato? Lo hanno fatto a Bitonto, bastava fare ricorso al Tar e chiedere la sospensiva ... una volta ottenuta la sospensiva del decreto ministeriale di trasferimento, si va avanti alla grande e tutto rimane come prima chissà per quanti anni ancora. Così si mette il Tar di fronte al fatto compiuto e fra molti anni il Tar si troverà con le spalle al muro quando dovrà giudicare la questione nel merito. Che ne dite, è una buona idea?
 
 
#4 Achille 2013-08-30 02:29
La chiusura delle sedi distaccate dei Tribunali è l'idiozia più grossa che il governo Monti potesse fare: evidentemente l'allora ministra della Giustizia non ha mai varcato la soglia di un tribunale, o se l'ha fatto nel passato, ne ha perso la cognizione, per non essersi resa conto che sospendere tutti i procedimenti civili e penali in corso e trasferire altrove armi, bagagli, fascicoli e personale, rappresenta un autentico vulnus alle attese di tanti cittadini e comporterà inevitabilmente , oltre alla scomparsa di qualche fascicolo o di parti di essi, l'instaurarsi di un nuovo grande disordine, del quale pagheranno le spese i cittadini onesti, con grande sollucchero dei delinquenti, dei cattivi pagatori, dei falliti e dei mestatori di professione! Basti ricordare che successe quando furono istituiti i GOA (Giudici Onorari Aggregati), con l'intento idiota di snellire i processi: i fascicoli dei processi più vecchi furono tutti accentrati e trasferiti dalle sedi distaccate ai GOA di quella centrale. Dopo quattro anni, vista l'inefficienza della soluzione (i GOA ereditarono fascicoli enormi, polverosi, illeggibili, li guardarono e si barcamenarono in una serie di rinvii). Alla fine li restituirono alle sedi periferiche senza adottare nessuna decisione! Il risultato? Un vergognoso ping-pong di fascicoli e documenti, una inutile e dannosa perdita di tempo di oltre quattro anni! Temo che con questa pseudo riforma idiota, si ripeterà quell'esperienz a!
 
 
#3 Pasquale G. 2013-08-29 22:37
si è vero ha ragione Santina, non ci hanno mai fatto capire quali sono i vantaggi per i CITTADINI che il tribunale resti ad acquaviva, fatecelo capire. in nome di quei motivi le battaglie si possono sempre fare.
 
 
#2 santina 2013-08-27 22:51
per una mobilitazione popolare per cercare di riportare il Tribunale ad Acquaviva, l'ordine degli avvocati o qualche autorevole rappresentante dovrebbe fare un elenco semplice semplice e comprensibile a tutti dei motivi per cui conviene tenere il Tribunale ad Acquaviva. Grazie
 
 
#1 Il plebeo 2013-08-27 13:11
Tanti discorsi in riunioni politiche, assemblee degli avvocati, consigli comunali per sortire il fatto: chiude il Tribunale di Acquaviva. Poi nei vari discorsi molti facevano cenno all'utilizzo dei locali dismessi dell'Ospedale "MIULLI" per la nuova location del Tribunale, cosa che io ritengo un errore grossolano perchè quei locali sono intoccabili, guardati a vista dalle banche, per la gigantesca esposizione debitoria dell'Ospedale "MIULLI". Ricordo anche che alcuni politici locali, per me mezze calzette, pensavano anche di utilizzare i locali dismessi dell'Ospedale per ospitare gli uffici della "ASL", che oggi, come tutti sanno, sono dislocati in altri comuni vicini. Tutto questo e tanto altro dimostra che il Comune di Acquaviva delle Fonti politicamente vale zero. L'Amministrazio ne Carlucci si è insediata da 2 mesi, durante i quali, eccetto l'impegno gravoso del Sindaco per la vicenda drammatica dell'Ospedale "MIULLI" che sicuramente ha aperto uno spiraglio di speranza per la soluzione del problema dei lavoratori del nosocomio, si sono viste molte feste, che accontentano e tengono quieto il popolo, ma che non modificano in alcun modo la situazione di partenza, cosa che io ritengo necessario ed urgente per affrontare gli ormai innumerevoli problemi del nostro Comune.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI