Martedì 13 Novembre 2018
   
Text Size

AcquavivaLab: è nato un Laboratorio ad Acquaviva

acquavivalab

 

Esistono catene, in grado di imbrigliare e soffocare energie e passioni di una comunità. Capaci solo di creare apatia e scoramento. Buone solo ad annichilire tutto e tutti. Catene che vanno spezzate. Ne esistono altre invece capaci di unire una comunità. Di tenerla, specie in momenti delicati e drammatici, salda e solida. In grado di creare legami speciali, indissolubili. Legami che portino una comunità a crescere e a prosperare in sinergia con le energie e le passioni vitali di tutti. Da diversi mesi è nata ad Acquaviva un Associazione Culturale. AcquavivaLab. Un vero e proprio “laboratorio” creativo e di azione, in grado di reclutare le diverse menti e professionalità locali, le energie giovanili più frizzanti e virtuose per poter mettere a servizio della comunità le loro idee innovative e il loro ingegno. Un associazione di cittadini che funga dunque da anello di congiunzione tra le istanze della società civile e l’azione delle pubbliche istituzioni. La Voce del Paese, in esclusiva ha intervistato Domenica Sforza, Presidente dell’Associazione (avvocato originaria di Bari, residente da oltre 10 anni ad Acquaviva) e Angelo Petrelli (Vice Presidente) titolare dell’agenzia di pubblicità Stil Promo, promotori di questo inedito “laboratorio urbano. 

 

Come nasce questa idea e cosa rappresenta AcquavivaLab?

 

"L’Associazione nasce dall’idea dei suoi promotori di poter riqualificare zone e quartieri del paese, che allo stato versano in condizioni di trascuratezza e degrado.

AcquavivaLab vorrebbe interpretare tale volontà portando direttamente a conoscenza dell’Amministrazione Comunale le reali problematiche esistenti sul territorio, con l’obbiettivo di   collaborare con la stessa e veder così valorizzato il territorio urbano.

Si propone come valore aggiunto, con lo spirito di segnalare all'Amministrazione Comunale problematiche del territorio lì dove emerge uno stato di bisogno, collaborando e coadiuvando con l’Amministrazione medesima nella ricerca di possibili soluzioni.

L'intento: attraverso AcquavivaLab la voce dei cittadini potrà finalmente essere “recapitata” all'Amministrazione del paese, affinché le problematiche emerse nel paese possano esser accolte unitamente a suggerimenti, idee e progetti per la possibile soluzione e loro realizzazione!!

L'Associazione si articola in settori. Sono stati individuati sei in tutto ed in particolare: ARREDO & VERDE URBANO; SPORT, MANIFESTAZIONE ED EVENTI; GIOVANI, SCUOLA, CULTURA & SENSO CIVICO; COMMERCIO & ARTIGIANATO, IDEE ED INNOVAZIONE; POLITICA & SOCIALE. 
La suddivisione in settore avrebbe lo scopo di consentire a chiunque di aderirvi esprimendo il proprio consenso in uno dei gruppi settoriali in cui “sente” poter meglio interpretare il proprio interesse.

Collaborando tra loro, i partecipanti ai diversi gruppi di settore, daranno un contributo concreto in termini di idee e suggerimenti ai reali problemi riscontrati sul territorio, divenendo così la “voce diretta” da sostenere per il miglior risultato".

Quali sono le zone o i settori in cui si dovrebbe intervenire subito per modernizzare e migliorare il paese?



 "Certamente si tratta degli spazi destinati all’arredo urbano ed al verde pubblico la cui “buona tenuta”, oltre a costituire un dovere/diritto di tutti cittadini, definisce la qualità della vita di una collettività e costituisce il biglietto da visita con cui la comunità stessa si presenta.

I promotori dell’Associazione AcquavivaLab, già precedentemente, in veste di Comitato “Acquaviva kolbe urban”, si sono interessati di Piazza Massimiliano kolbe, denunciando all’Amministrazione Comunale le questioni di degrado esistenti nel quartiere.

All'invito rivolto all’ex Sindaco, Ing. Scquicciarini, affinchè partecipasse ad un incontro con la cittadinanza di quartiere, lo stesso rispose positivamente. Infatti il 25 ottobre il detto incontro si è tenuto presso la sala “Don Bosco” della parrocchia Sacro Cuore e nel corso dello stesso è stato possibile confrontarsi con l’Amministrazione.

L’ex Sindaco - presenti anche alcuni ex Consiglieri comunali - ha ascoltato ed accolto le denunce dei residenti del quartiere, esprimendo in quella sede la volontà dell'Amministrazione di condividere possibili idee e soluzioni.

Questo primo progetto, oggi preso in carico dalla neo costituita AcquavivaLab, continua nei programmi della Associazione.

Oltre all'arredo ed al verde pubblico urbano, anche altri settori andrebbero migliorati.

L’attenzione del Comune dovrebbe essere rivolta agli esistenti impianti sportivi, strutture di intrattenimento per giovani ecc., affinché non versino più in stato di totale abbandono".

 

Possiamo dire che Acquaviva "non è un paese per Giovani"?

"Acquaviva è un paese di giovani, ma non per i giovani!!!

Ad essi non vengono offerte idonee strutture ricreative, sportive, culturali di intrattenimento e quelle presenti non sempre soddisfano le esigenze.

Dunque anche in questa prospettiva idee e suggerimenti non mancano, in quanto l’Associazione si prefigge lo scopo di sollecitare l’Amministrazione Comunale, affinché faccia quanto necessario per riattivare e ristrutturare impianti e strutture già esistenti.

“Acquaviva è una realtà, la realtà di tanti giovani che non devono affatto “allontanarsi” da un paese che avrebbe loro tanto da offrire!!"


Obiettivi di breve e lungo termine



 "Considerata la “giovane vita” dell'Associazione non è possibile esporre sin d'ora ed in questa sede, obbiettivi a breve o lungo termine. Di certo obbiettivi, idee, progetti non mancano, anzi sarebbero già pronti a “decollare” nel rispetto dei tempi necessari per la loro realizzazione.

 

Si ringrazia anticipatamente tutti coloro che vorranno aderire al nostro progetto". 

408562 124182234417421_1679914332_n

431235 124182271084084_749061591_n 

 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI