Mercoledì 21 Novembre 2018
   
Text Size

La “Questione Antenna”: le dovute conclusioni

antenna di_piazza_della_torre

  

“Le dovute conclusioni.” Ci sentiamo in dovere di farle. Poi, come è giusto, chiudiamo la presente parentesi. Salvo vi siano comunicati stampa da pubblicare (ovviamente). E prima di riaprire la seguente argomentazione, faremo passare anche un po’ di tempo. Meditando e osservando.

Per mesi, la nostra testata ha cercato di fare informazione sulla “Questione Antenna”. Ha agito perché mossa nella necessità di porre in essere una buona informazione locale. Non è facile farla. Ma bisognava. Come, in tutta onestà, non è facile dimenticare quanto fu galeotto quel lontano 8 marzo 2012, in una piazza di Acquaviva delle Fonti.

http://www.acquavivanet.it/attualita/3881-la-questione-antenna-a-fine-2012-restano-solo-domande.html

La “Questione Antenna” è tale perché cela un preciso quesito morale e di stretta attualità: la salute delle persone, specie quelle residenti in prossimità delle antenne ripetitori.

Attenzione, qui cortesemente precisiamo: “Se il problema della salute non è fondato, il quesito si risolverà serenamente e come una semplice bolla di sapone.” - Basterà poco per dimostrare che il problema non sussiste. E la cosa, sotto il profilo umano, farebbe anche molto piacere.

Se, invece, un problema c'è, “ricordiamoci”, noi cittadini - politici e non, tecnici “firmatari” e non - di adottare moralmente, o promuovere civilmente dal basso, quelle opportune politiche sociali volte a tutelare la salute. Nulla di più. Spontaneamente.

Poi, volendo essere inutilmente pessimisti, “ricordiamoci”, tutti: se qualcuno dei residenti viciniori ad antenne si giocherà, in futuro, il proprio benessere fisico, esistono già delle “firme”…

Quelle dei documenti già approvati dai tecnici. Con nomi e cognomi. Documenti che, magari, già provano il corretto funzionamento delle singole antenne e il corretto impatto sulla sostenibilità ambientale. Inclusa ogni cosa messa al suo posto e a norma di legge.

Auguri di un sereno 2013.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI