Mercoledì 21 Novembre 2018
   
Text Size

Antonio Sanguedolce nuovo Direttore Sanitario del Miulli

miulli

 dott. Antonio_Sanguedolce_2.3 

Soddisfazione di Mons. Paciello: “Nomina di grande spessore”.

 

                                                  

Prosegue, senza indugi, il cammino di crescita e sviluppo che l’Ente Ecclesiastico Ospedale F. Miulli ha intrapreso sin dal giorno della sua costituzione, confermandosi polo d’eccellenza nella cura del malato. In un’ottica di perfezionamento e potenziamento del direttivo, è stata ufficializzata la nomina del nuovo Direttore Sanitario: sarà il dott. Antonio Sanguedolce a raccogliere il testimone del dott. Alessio Nitti, recentemente approdato sulla grande nave del Policlinico di Bari.

Il dott. Antonio Sanguedolce si è formato attraverso una lunga esperienza sul campo. Specializzato in Igiene e Medicina preventiva all’Università degli Studi di Bari con indirizzo in Igiene e organizzazione dei servizi ospedalieri. Proviene dalla ASL BT dove ricopriva l'incarico di Direttore Sanitario aziendale, occupandosi tra l'altro di procedure di integrazione tra ospedale e territorio, seguendo e supportando l’avvio e il potenziamento del progetto regionale “Nardino”. A Trani ha coordinato la stesura del protocollo di istituzione della prima Casa del Parto pubblica del Sud Italia. Inserito nell’elenco dei candidati alla Direzione Generale delle Asl della Regione Puglia, Sanguedolce ha ricoperto diversi incarichi: dal ‘93 al 2000, per la Direzione Sanitaria dell’Ente Ecclesiastico, si è occupato – tra le altre cose - dell’unità di valutazione dell’appropriatezza dei ricoveri, del Nucleo di Valutazione e del monitoraggio e della verifica delle Sdo. Dal 2000 al 2002 è stato Direttore Sanitario del presidio ospedaliero di Grumo Appula, per la Ausl Ba/3, ricoprendo in contemporanea il ruolo di Direttore dell’Unità Operativa di Epidemiologia e Statistica. Antonio Sanguedolce ha svolto dal 2002 al 2011 l'incarico di Direttore Sanitario di Presidio dell'Ospedale Miulli. Ha ricoperto diversi incarichi di docenza anche presso le Università di Bari e Foggia, ha partecipato in qualità di relatore a numerosi convegni e corsi di formazione occupandosi prevalentemente di rischio clinico, infezioni ospedaliere e riorganizzazione del sistema ospedaliero. E’ autore di molte pubblicazioni scientifiche, trattando argomenti come le infezioni da Hiv, le infezioni ospedaliere, il parto domiciliare.

"Per la seconda volta nel corso della mia vita professionale dopo più di un anno di assenza rientro al Miulli. Ringrazio, per questa dimostrazione di fiducia, il Vescovo Mons. Mario Paciello. E' il momento di incamminarci - tutti insieme - verso un percorso di sviluppo e prospettive di eccellenza. Sono certo che tutto il personale darà un grande contributo per l'avanzamento dell'Ospedale e per questo vorrei esprimere fin d'ora riconoscenza nei confronti di tutti. Dimostrerò la mia gratitudine anche nel futuro, attraverso un costante impegno".

“Siamo orgogliosi e soddisfatti – ha dichiarato Mons. Mario Paciello, Governatore dell’Ente – della scelta che abbiamo effettuato, individuando nella figura professionale e umana del dott. Antonio Sanguedolce, persona di notevole spessore culturale e morale, colui che proseguirà l’eccellente lavoro portato avanti con impegno - per anni - dal dott. Nitti. Antonio Sanguedolce, con la propria esperienza e le proprie competenze, arricchirà di nuova linfa la squadra già chiamata a dirigere l’Ente Ecclesiastico Ospedale Miulli, da sempre protesa verso il raggiungimento dell’eccellenza nei servizi offerti al paziente. Vorrei augurare – ha concluso Mons. Paciello – al dott. Alessio Nitti, all’interno del Policlinico di Bari, una carriera costellata di soddisfazioni. Rimarrà per sempre un pezzo di storia dell’Ente Ecclesiastico, costruito - giorno per giorno - dall’impegno di tutte le persone che hanno dedicato tempo e fatica a questo progetto costruito intorno alla figura del malato. Sono certo che il dott. Nitti saprà operare bene anche in questa nuova esperienza, rendendoci ancora più orgogliosi della sua permanenza al Miulli”.

 

*Ufficio stampa Ente Ecclesiastico Ospedale Generale Regionale “F. Miulli”

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI