Mercoledì 14 Novembre 2018
   
Text Size

Congresso Eucaristico diocesano oggi ad Acquaviva

Congresso Eucaristico

 CED ACQ

 Attesi migliaia di pellegrini da tutta la Diocesi

 

La Diocesi di Altamura-Gravina-Acquaviva sta vivendo il Primo Congresso Eucaristico Diocesano. Molteplici le conferenze, gli incontri e le occasioni che in questa settimana stanno vedendo laici e presbiteri partecipi.

Oggi, Giovedì 4 ottobre alle ore 18.30, Acquaviva delle Fonti ospita la Celebrazione più importante della settimana, il fulcro, il cuore del Congresso. In p.za Garibaldi, già da ieri fervono i preparativi tecnici per questa Celebrazione Eucaristica presieduta da S.Ecc.za Mons. Piero Marini, presidente del Comitato dei Congressi Eucaristici Internazionali, già Maestro delle Celebrazioni del Santo Padre Giovanni Paolo II e Benedetto XVI.

Dopo la Santa Messa, alle ore 20.00 circa, ci sarà la processione Eucaristica del Corpus Domini per le arterie principali della citta: Estramurale San Pietro, Estramurale PozzoZuccaro, Estramurale Molignani, P,za di Vagno e rientro in Cattedrale.

Un'occasione da non perdere, un momento forte da vivere.

 Concessa per l'occasione l'indulgenza plenaria. Riportiamo di seguito il "DECRETO PENITENZIERIA APOSTOLICA".

 

PENITENZIERIA APOSTOLICA

Prot. N. 445/12/I

BEATISSIMO PADRE,

Mario Paciello, Vescovo di Altamura-Gravina-Acquaviva delle Fonti, con somma devozione dell’animo, che di fatto apre anche al clero e ai fedeli affidati alla sua cura pastorale, comunica con gioia alla Santità Vostra che tutta la Comunità Diocesana si prepara a celebrare degnamente, dal 30 settembre al 6 ottobre 2012, il Primo Congresso Eucaristico, sul tema “Io sono il pane della vita”. Fiducioso nella Divina Misericordia, l’Eccellentissimo Oratore confida ardentemente trarre da queste solenni celebrazioni un grande vantaggio di testimonianza e di vita cristiana dei fedeli. Al fine di conseguire quanto vivamente desiderato, gioverà principalmente il dono delle Indulgenze, che già fin d’ora implora con fiducia, come segno della paterna benevolenza della Santità Vostra e stimolo per rafforzare in tutta la Diocesi il vincolo gerarchico e filiale verso la Santità Vostra.

E Dio, ecc.

13 Settembre 2012

La Penitenzieria Apostolica, per mandato del Sommo Pontefice, concede volentieri l’Indulgenza plenaria, da lucrare alle consuete condizioni regolarmente soddisfatte (Confessione sacramentale, Comunione eucaristica e preghiera secondo le intenzioni del Sommo Pontefice), ai fedeli che, veramente pentiti, dal 30 settembre al 6 ottobre 2012 parteciperanno a qualche celebrazione del Congresso Eucaristico Diocesano e lì, dinanzi al SS. Sacramento esposto alla venerazione dei fedeli o devotamente conservato nel tabernacolo, prenderanno parte a qualche sacra funzione o pio esercizio in Suo onore, o almeno si intratterranno per un congruo spazio di tempo in pie meditazioni, che si concluderanno con la Preghiera del Signore, il Simbolo di Fede e le invocazioni a Gesù nel SS. Sacramento.

Gli anziani, i malati e tutti coloro che per grave motivo non potranno uscire di casa, potranno ugualmente ottenere l’Indulgenza plenaria, detestando ogni peccato e con l’intenzione di assolvere al più presto le tre consuete condizioni, se reciteranno devotamente le preghiere di cui sopra davanti ad una qualche piccola immagine di Nostro Signore Gesù Cristo, offrendo umilmente a Dio misericordioso i loro dolori e le sofferenze della propria vita.

Pertanto, affinché si raggiunga più facilmente l’accesso al perdono divino per mezzo del ministero delle chiavi della Chiesa, mediante la carità pastorale, questa Penitenzieria chiede sinceramente che i sacerdoti, muniti delle opportune facoltà per ricevere le confessioni, si dispongano con animo pronto e generoso alla celebrazione della Penitenza nelle chiese della Diocesi e amministrino spesso la Santa Comunione agli infermi.

Le presenti disposizioni valgono solo per questa occasione. Nonostante qualsiasi cosa in contrario.

Manuel Card. Monteiro de Castro

Penitenziere Maggiore

Krzysztof Nykiel

Reggente

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI