Mercoledì 21 Novembre 2018
   
Text Size

Mons. Paciello: "La guida del Miulli è in mani salde"

mons paciello

  

Il vescovo della Diocesi di Altamura-Gravina-Acquaviva delle Fonti monsignor Mario Paciello, governatore dell'ospedale ecclesiastico 'Miulli' di Acquaviva, in una nota, rassicura "l'intera comunità ospedaliera e tutte le istituzioni che la guida dell'Ospedale è saldamente nelle proprie mani, garantendo passione e impegno pari a quelle del suo Delegato". Quest'ultimo, don Mimmo Laddaga, si trova agli arresti domiciliari da qualche giorno, insieme a un ex dirigente Saverio Vavalle, nell'ambito dell'inchiesta della Procura della repubblica di Bari sulla gestione della colonia hanseniana di Gioia del Colle per una presunta truffa alla Regione Puglia.

"Gli intuibili sentimenti di dolore ed angoscia per quanto accaduto non possono, infatti - aggiunge il presule - prendere il sopravvento sulla necessità che, in questo momento, una struttura di riconosciuta eccellenza, come l'Ospedale 'Miulli', sia esposta al rischio, pur remoto, di sbandamento e smarrimento".

"Ed è per questo preciso impegno e dovere, di carattere eccezionale - continua monsignor Paciello - in ragione delle contingenti circostanze, che il Governatore si occupi in prima persona della gestione ordinaria e straordinaria dell'Ente, con i relativi poteri di firma, supportato, come sempre, della preziosa ed imprescindibile collaborazione tecnico-gestionale della struttura organizzativa dell'Ente nell'ambito dell'autonomia e competenze dei relativi uffici". Il Vescovo Governatore ha reso noto "che il proprio delegato Monsignor Domenico Laddaga ha rimesso nelle sue mani la delega di attribuzione dei poteri per la gestione dell'Ente".

Commenti  

 
#1 leandro 2012-09-24 09:26
MO SIN CHA STEM APPOST......... ....
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI