Sabato 17 Novembre 2018
   
Text Size

Segnalata alla Lipu covata di grillai su via Sannicandro

covata di_grillai_su_santa_maria_maggiore

 grillaio ad_acquaviva

E’ stata segnalata nei giorni scorsi ai responsabili della Lipu di Gravina la presenza di alcuni esemplari di Grillaio in un gocciolatoio della parete della Chiesa di Santa Maria Maggiore in via Sannicandro che da qualche settimana è oggetto di ristrutturazione.

“E’ importante sensibilizzare l’opinione pubblica, ci dice prontamente Pino Giglio (Lipu Gravina) spesso capita che le imprese e i tecnici siano responsabili della scomparsa di intere colonie sui palazzi antichi e chiese durante le ristrutturazioni edilizie, nonostante ci siano norme da rispettare per la tutela del grillaio”.

“Il grillaio – ci precisa Nicola Cillo- è una specie migratrice, le Murge pugliesi e materane ospitano tra fine marzo e settembre la popolazione più importante d’Italia di questo piccolo falco migratore che l’Unione Europea ha riconosciuto come specie prioritaria di conservazione e che BirdLife International individua come “minacciata a livello globale”. Si tratta di una specie coloniale, il grillaio nidifica nei centri urbani tra ruderi di costruzioni o pareti rocciose. Un pertuggio tra i coppi dei tetti, una cavità nella facciata di un edificio, una statua o una fioriera se non disturbati possono ospitare una covata testimoniando la grande integrazione di questo rapace con l’uomo. Le coppie sono monogame, in Italia le deposizioni avvengono tra aprile e gli inizi di giugno. L’incubazione dura circa un mese ed è effettuata di giorno da entrambi i genitori, di notte solo dalla femmina. L’involo dei pulli avviene dopo circa 31-32 giorni dalla nascita intorno alla prima decade di luglio”.

Apprendiamo che si tratta di una giovane coppia che ha scelto la nostra città per la deposizione delle uova. Incuriositi ci rechiamo anche noi sul posto e intravediamo alcuni pulli, sembrano tre.

A breve -ci comunicato- lasceranno la città”.

Ulteriori foto nel nostro ultimo numero del settimanale cartaceo. 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI