Venerdì 16 Novembre 2018
   
Text Size

COMITATO 167: GRAZIE, COMMISSARIO

case

Dal Coordinatore del Comitato cittadino della 167, dr. Ottavio Milano, riceviamo e volentieri pubblichiamo.


Spett. Redazione di ACQUAVIVANET,

Nei giorni scorsi sono state pubblicate le delibere del Commissario Prefettizio (dott.ssa Dabbicco):  nn.33 e 34 del 27.10.2009 ; nn. 30 e 31 del 23.10.2009, in merito al riconoscimento dei debiti fuori bilancio, per 4 ditte, rivenienti dai giudizi sull'indennità di espropriazione di suoli nella ex 167.

Prontamente a queste 4 delibere commissariali sono seguite le connesse 4 determinazioni del Dirigente dell'U.T.C. ing. Didonna: n. 799 del 27.10.2009 e nn. 800-804-805 del 28.10.2009, con le quali il Dirigente ha disposto il Deposito delle somme presso la Cassa DD.PP., impegno di spesa e liquidazione.

In pratica con le delibere sopra citate il Comm. Pref. ha provveduto al riconoscimento del debito fuori bilancio di circa 2.000.000,00 di euro a fronte di 4 sentenze che stabiliscono un onere per il Comune di 4.000.000,00 di euro (2 milioni erano già stati pagati nel 2007 a seguito delle sentenze della C.d'Appello di Bari).

Si tratta di contenziosi relativi all'annosa vicenda ex 167 iniziata nel lontano 1977 (sindaco Avv. Vito Giorgio) con l'individuazione di quelle aree e conclusasi  nel 1984 (con l'annullamento del TAR Puglia) e  definitivamente nel 1994 (con l'annullamento del C. di Stato).

Ciò non di meno il Comune di Acquaviva caparbiamente non ha indennizzato nella giusta misura i proprietari, opponendosi ai pagamenti e persino difronte all'evidenza della nuova legge n. 244/2007 che stabilì il prezzo di esproprio pari al valore venale del bene.

Il Comune ha sempre rinviato il pagamento delle somme dovute, ricorrendo strumentalmente all'azione giudiziaria (tanto pagano i cittadini), e oggi siamo giunti alle pronunce, molto pesanti, della Cassazione.

Per questo il Comitato delle ditte della 167 sente il dovere di ringraziare la dott.ssa D'Abbicco   per la tempestività con cui ha voluto dare esecuzione alle sentenze, a distanza di poche settimane dalle pronunce della Suprema Corte.

Pertanto esprimiamo tutto il nostro apprezzamento alla Dott.ssa D'Abbico che con efficienza e trasparenza, mai viste nel nostro Comune da tempo immemorabile, ha provveduto con grande tempestività a dare esecuzione al giudicato della Suprema Corte, con ciò dando prova di grande preparazione giuridico-amministrativa nonché di grande rispetto dell'ordine democratico e popolare.

Va dato atto, infatti, alla Dott.ssa D'Abbicco che, sin dal primo colloquio avuto nello scorso mese di settembre, precisò subito di volere procedere celermente a dare  esecutività alle sentenze ed al consequenziale svincolo delle somme in favore degli aventi diritto.

Per la prima volta, a differenza del passato, in questo Comune, le parole non sono andate in fumo, ma invece si sono trasformate in fatti concreti”

La Dott.ssa D'Abbicco è stata capace inoltre di reperire, nelle maglie del Bilancio 2009, ulteriori somme per circa 600.000,00 euro per soddisfare i debiti fuori bilancio relativi al randagismo e alla ditta Lombardi, come si evince chiaramente dalla delibera n.18 del 30/09/2009 con oggetto “Ricognizione sui programmi e salvaguardia equilibri di bilancio 2009” in cui viene dato atto che non esiste squilibrio finanziario e nel contempo viene data copertura, mediante numerose e obbligate variazioni  di bilancio, ai suddetti debiti fuori bilancio per un totale complessivo di € 2.653.940,68, la cui rilevanza è evidente.

Commenti  

 
#2 La redazione 2009-11-06 22:01
Grazie. Ci contiamo!
 
 
#1 Mil 2009-11-06 12:44
:-) Mi auguro che il Vs sito venga conosciuto da quante più persone possibili.
Diffondetelo. Noi lo stiamo facendo.
O.M.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI