Martedì 13 Novembre 2018
   
Text Size

Morgese (Cittadinanzattiva): "Insieme tutto è possibile"

morgese natale_tritto_capozzo.2

 

Piazza Garibaldi, pomeriggio di una domenica di aprile. Il giardino comunale è occupato dagli stand di “Commercianti per un giorno”. Ci imbattiamo innanzi a quello principale.

AcquavivaNet è con Mimmo Morgese (nella foto: il primo a sinistra. Assieme a suoi più cari amici, Michele Natale e i coniugi Tritto), referente per Cittadinanzattiva e il Tribunale per i diritti del malato di Acquaviva delle Fonti, facente parte dell’Assemblea del Sud-Est Barese con sede presso l’Ospedale Santa Maria degli Angeli a Putignano.

Cittadinanzattiva è un’associazione di volontari di ogni estrazione e tipo: sono medici, infermieri, avvocati, e chiunque abbia voglia di prestare volontariato per salvaguardare quelli che sono i diritti del cittadino. Nel caso specifico, il Tribunale per i diritti del malato è uno strumento “proprio” del “mondo” di Cittadinanzattiva. E per salvaguardare i diritti del malato. L’Associazione Cittadinanzattiva e l’Associazione L’Incontro Onlus (di Roberto Tritto e Tina Capozzo), ad Acquaviva delle Fonti, operano da anni in forma perfettamente sinergica. E laddove c’è L’Incontro, non è mai assente il contributo del Centro Studi Antonio Lucarelli (di Michele Natale).

A Mimmo Morgese: stasera non è solo. Ha allestito uno stand in collaborazione con il Presidente del Centro Studi Antonio Lucarelli, Michele Natale, nonché anche con la collaborazione, ormai secolare, dell’Associazione Onlus L’Incontro, ovvero Roberto Tritto e Tina Capozzo. Allora ci può spiegare l’evento di questa sera: nello specifico, lo stand dell’iniziativa cui ci troviamo di fronte?

“Nello specifico, oggi, da stamattina a tutta la giornata e fino alle nove di stasera, abbiamo allestito l’ormai solito, e ben gradito, “Commercianti per un giorno”: che viene organizzato dall’Associazione L’Incontro. All’interno di “Commercianti per un giorno”, abbiamo inserito anche “Fiori d’azzurro”: per l’appunto, è la famosa iniziativa dell’Associazione Telefono Azzurro e l’ho inserita per la sesta giornata europea dei diritti del malato, con dei banchetti informativi e incontri con i cittadini con la distribuzione, per l’appunto, della carta europea per i diritti del malato. Vi invito a visitare il sito nazionale www.cittadinanzattiva.it nonché anche il sito regionale www.cittadinanzattivapuglia.it

Quest’anno, questa evento si inserisce nella “Giornata per l’invecchiamento attivo”: dove vengono prese in considerazione anche le persone anziane e non solo. Con il loro invecchiamento ci fanno riconoscere quanto diventano sempre più attive e possono poi essere cittadini attivi alla pari di altri. Ma, attenzione: qui non parliamo di forza fisica, ma di volontà, responsabilità, bagaglio di esperienza e partecipazione. Partecipazione a dei problemi pubblici, all’analisi del bene comune. E penso che gli anziani possano ancora insegnarci qualcosa in più sui valori sociali e sul dover-essere di questa nostra società.”

Questa iniziativa di Telefono Azzurro è stata direttamente promossa dalla vostra associazione?

“No, ma sono tre anni che Telefono Azzurro ci richiede la partecipazione e noi quando usciamo con “Commercianti per un giorno” portiamo altrettanto avanti l’iniziativa “Fiori d’azzurro”. Ci hanno individuato come una realtà fra le più attive della zona. Per noi è un piacere, perché anche noi siamo come loro dei volontari.”

Secondo lei, quanto è importante la missione di Telefono Azzurro? Anche come padre di famiglia?

“È molto importante, perché come noi pensiamo alla salvaguardia dei diritti del cittadino, così loro pensano alla salvaguardia dei diritti dell’infanzia. L’infanzia, di fatti, resta una parte debole della nostra società e ci sono in giro persone, anche malintenzionate, che non hanno rispetto di questa debolezza e ne abusano.”

 Progetti per il futuro per Cittadinanzattiva di Acquaviva?

(Sorride) “Ero pronto a rispondere a questa domanda. Noi stiamo pensando già, dall’anno scorso, a organizzare un qualcosa che riguardi la responsabilità sulla guida e la sicurezza sulla strada dei nostri giovani. Bene, approfitto di AcquavivaNet per lanciare un invito a tutte le associazioni: affinché ci aiutino a portare avanti, e con più forza, questo progetto. Un progetto che possa perpetuarsi nel tempo. A dire il vero, ho già preso contatto con alcune associazioni. E non nascondo che sto ancora cercando in giro altri nuovi contatti. Anche diverse categorie di cittadini: dagli istruttori di giuda ai gommisti, dai gommisti ad altre categorie. Ci rivolgiamo comunque a tutti i cittadini. E non ci limiteremo solo ad Acquaviva, perché già vogliamo gettare le basi anche a Gioia del Colle e in altri paesi a noi limitrofi. Saranno importanti future conferenze, workshop, news di informazione, campagne di prevenzione, e iniziative sul territorio. Comunico ad AcquavivaNet un mio recapito. Il referente per Acquaviva delle Fonti, il qui presente Mimmo Morgese, suo indirizzo e-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. "

Siamo ospitati presso la sede dell’Associazione Culturale L’Incontro Onlus in Piazza dei Martiri, 80. Per l’eventuale tesseramento, contattare al numero 393-1102253. Oppure: 331-9843461. Al costo simbolico di sole due euro. Validità pluriennale. In particolare, questo è un appello che rivolgiamo a tutti i cittadini: a partire dai più giovani. I giovani. Grazie.”

 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI