Mercoledì 14 Novembre 2018
   
Text Size

MONS. PACIELLO HA INCONTRATO I FIDANZATI DELLA DIOCESI

gravina 12_febbraio_2012

 DSC08630 

Il Centro Giovanile Benedetto XIII di Gravina ha accolto domenica scorsa centinaia di giovani coppie per il “Ritiro Diocesano per i Fidanzati” organizzato dall’Ufficio Pastorale della Famiglia coordinato da don Angelo Cianciotta.

Alla vigilia di San Valentino, il vescovo Paciello ha incontrato i futuri sposi che in questo anno eucaristico riceveranno nelle diverse Parrocchie della sua Diocesi il sacramento del Matrimonio. 

Il ritiro, curato in tutti i dettagli dai molti laici e famiglie, è stato articolato in diversi momenti: all’accoglienza è seguita la preghiera del mattino, la riflessione di sua eccellenza Mons. Mario Paciello, il confronto tra le coppie e il dibattito. La mattinata si è poi conclusa con la celebrazione della Santa Messa, la Promessa e la benedizione di tutte le coppie presenti.

DSC08625 

“Cari giovani non vi spaventate!” ha detto mons Paciello aprendo la sua riflessione. Partendo dalle parole del Vangelo di Marco (2, 18-22) ha toccato diversi temi sintetizzabili nell’importanza della messa domenicale per la coppia cristiana. 

“Senza Gesù Cristo non andiamo da nessuna parte! Non accontentatevi di un amore epidermico se volete che la vostra coppia metta radici profonde e fondamenta stabili è necessario che vi rinnoviate continuamente.

Non potete farcela da soli, avrete bisogno di una presenza autorevole e significativa nella vostra Vita, Cristo. Il vostro amore a due deve essere a tre per essere una Famiglia Cristiana. Cristo vi dà la forza di perdonarvi, sperare e guadare avanti, affrontare i problemi che si presenteranno sul vostro cammino.

Non possiamo fare a meno dell’incontro personale con Lui, presente nella Parola e nell’Eucarestia”. Mons Paciello ha invitando poi le coppie ad avere un confronto sul “Com’è la nostra domenica?” e ha augurato a tutti i futuri sposi un amore solido, sereno e felice. Il signore vive con Voi!”.

Sono seguite alcune interessanti testimonianze e riflessioni sul tema proposto. Al termine della celebrazioni eucaristica i fidanzati prendendosi per mano hanno recitato la seguente preghiera scritta per l’occasione dal Vescovo Mario Paciello.

 

PREGHIERA DEI FIDANZATI


Dio, Creatore e Padre,
Tu hai formato l’uomo e la donna,
perché vivano la comunione
di amore che è in Te.
Io e N. Ti ringraziamo
per averci fatto incontrare;
Tu aiutaci a scoprire
se ci hai creati
per essere Tuo dono
l’uno per l’altro.
Il nostro fidanzamento sia tempo
di reciproca conoscenza,
di confronto di idee e progetti,
di scoperta di doti e di limiti,
di pregi e di difetti,
per accettarci in pienezza,
così come siamo
e amarci totalmente
senza condizioni e scadenze.
Fà che, camminando insieme,
impariamo la difficile arte
di vivere a due,
nonostante divergenze e fragilità,
perché non venga mai meno
il rispetto reciproco
della dignità e della libertà.
La Tua Parola che illumina
e la Tua Grazia
che perdona e fortifica
ci aiutino a vincere
l’egoismo istintivo,
per vivere e godere
nella santità, nella verità
e nell’unità del matrimonio,
la gioia del dono totale
di noi stessi.
Il nostro amore,
vivificato dalla preghiera
e dall’Eucaristia,
sia sempre più esclusivo,
delicato, profondo e definitivo,
per essere, oggi e nel matrimonio,
con la forza del Tuo Spirito,
luce per le coppie
e segno di speranza
per il domani dell’umanità.
Amen.


† Mario Paciello
Vescovo

 

 

 

 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI