Mercoledì 14 Novembre 2018
   
Text Size

NATIVITA' VIVENTE AL MIULLI: IL CALORE DELLA COMUNITA'

nativit al_miulli

 

E’ stata presentata questo pomeriggio all’ingresso principale dell’ Ospedale Miulli la 1° edizione della Natività Vivente.

L’iniziativa voluta fortemente dalla Cappellania è stata accolta con grande entusiasmo.

“Siamo soddisfatti di questa prima esperienza - dichiara don Tommaso Lerario- un’idea bella quella di portare qui durante il periodo natalizio il Presepe vivente. Volevamo far sentire in ospedale il calore della comunità. Lo scorso anno- ci precisa- lanciai un appello alle associazioni di volontariato, è terapeutico far sentire a chi è in ospedale il calore umano. Qui ogni giorno è Natale, siamo sempre a contatto con la fragilità questo segno esteriore ci aiuta a comprendere il significato profondo di questa festa.

Attraverso lo schermo televisivo siamo riusciti ad arrivare a tutti coloro che sono allettati abbiamo mandato alcune scene dalla Chiesa grande, dalle 17 alle 20 siamo qui per tutti i visitatori. Tutto questo richiede molto impegno, ringrazio gli organizzatori Maria Antonietta Favia, Marino Lenoci, Paride Borreggine, l’associazione Modotti e il Centro Diurno Auxilium incoraggiati dall’assessore ai Servizi Sociali Carmela Capozzo”.

Quali sono le scene che avete proposto questa sera?

“Erode, Zaccaria, la Natività con alcuni pastorelli e artigiani e i Tre Re Magi.

Giovedì 5 gennaio presenteremo qui al Miulli l’arrivo dei Magi. Alla vigilia dell’Epifania i Re Magi distribuiranno caramelle girando per tutti i reparti”.

Nel prossimo numero de LA VOCE DEL PAESE la ricca Fotogallery. 

 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI