Sabato 17 Novembre 2018
   
Text Size

DON GIANNUZZI E LADDAGA CAPPELLANI DI SUA SANTITA'

Sinodo Diocesano-7_dicembre_2011

 LogoSinodo AnnoEucaristico

La Chiesa diocesana che è in Altamura, Gravina e Acquaviva si è riunita mercoledì 7 dicembre presso il Santuario S.Maria del Buoncammino in Altamura per la celebrazione di Chiusura del Primo Sinodo Pastorale Diocesano e l’Apertura dell’Anno Eucaristico Diocesano.

La Celebrazione Eucaristica   è stata presieduta da S.E.Mons. Mario Paciello e concelebrata da tutti i sacerdoti della diocesi. Il Vescovo ha da subito mostrato grande commozione e trepidazione per questo appuntamento molto importante.

“Cantate al Signore un canto nuovo, perché ha compiuto meraviglie”, sono state queste le parole con le quali il Vescovo ha cominciato l’omelia, ricordandoci che dobbiamo sentire il bisogno di cantare al Signore un canto nuovo, per questo tempo di grazia che la nostra diocesi ha vissuto con il Sinodo diocesano. Il Sinodo è stato un dono dello Spirito Santo, “ora, il Sinodo deve celebrare la nostra vita nuova” dice il Vescovo, la nostra Chiesa locale deve indossare l’abito nunziale per la nuova vita senza pensare al passato ma operando per il futuro.

In questa celebrazione è stato donato alle parrocchie un Evangeliario ed ai parroci accompagnati dai rappresentanti parrocchiali è stato consegnato il Libro del Sinodo. Questo libro è un dono prezioso per l’animazione della società, uno strumento da portare al di fuori dei locali parrocchiali; non si sostituisce alle Sacre Scritture ma trova la sua verità nella Parola di Dio diventando il vademecum per i cammini pastorali, dice il Vescovo.

Composto da 532 articoli, esso racchiude tre grandi punti: Annuncio, Formazione e Comunione, tre talenti da trafficare, che da sempre hanno caratterizzato la vita degli Apostoli diventando un triplice mandato.

Dopo i riti di comunione, la celebrazione è continuata con l’ esposizione del SS. Sacramento e un momento di Adorazione nella quale il Vescovo ha letto il rito di chiusura del Sinodo, ha introdotto il popolo diocesano nell’Anno Eucaristico ed ha indetto il Congresso Eucaristico Diocesano. Dopo la benedizione Eucaristica, il Cancelliere di Curia, don Vincenzo Panaro, ha dato lettura del Decreto di chiusura del Sinodo e il Vescovo ha posto la firma sulla bolla che in triplice copia sarà rilasciata nelle cattedrali di Altamura, Gravina ed Acquaviva.

Il nostro Vescovo, ha espresso parole di gratitudine per quanti hanno lavorato per questo Sinodo, al Segretario Generale, don

Domenico Giannuzzi , e a tutte le segreterie, le commissioni che si sono insediate per la stesura dei libri e a tutti i delegati parrocchiali che con assiduità e partecipazione attiva hanno seguito le sessioni sinodali.

L’assemblea,numerosa e   silenziosa, con un cuore colmo di gioia e gratitudine ha seguito con attenzione la celebrazione eucaristica. La celebrazione si è conclusa con la lettura delle nomine a Cappellani di Sua Santità a don Domenico Giannuzzi e don Domenico Laddaga.

Commenti  

 
#1 La verità 2011-12-08 12:36
Dopo 18 mesi finalmente un premio ai 2 sacerdoti!!!
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI