Mercoledì 14 Novembre 2018
   
Text Size

BEATIFICAZIONE DI SR ANTONIA MARIA VERNA D'IVREA

ist._suore_cirielli.2


Si svolgerà oggi domenica 2 ottobre 2011 a partire dalle ore 15,30 presso la Cattedrale di Santa Maria Assunta di Ivrea (To) la beatificazione di Suor Maria Antonia Verna, fondatrice delle Suore di Carità dell’Immacolata Concezione d’Ivrea.

La solenne celebrazione, presieduta dal Cardinale Tarcisio Bertone sarà trasmessa in diretta tv da TelePace.

Desideriamo ringraziare il signore per questo grande dono- ha comunicato Suor Antonia Alfarano, madre superiora dell’Istituto delle Suore di Carità dell’Immacolata Concezione d’Ivrea di Acquaviva delle Fonti- condividendo la nostra gioia con tutta la comunità acquavivese.

Sabato 8 ottobre 2011 alle ore 18,30 invitiamo tutta la cittadinanza in Cattedrale S. Eustachio per prendere parte alla solenne Celebrazione Eucaristica di ringraziamento.

 

suor_antonia_vernaBiografia della Fondatrice delle Suore SCIC d’Ivrea.

Antonia Maria Verna, nacque a Pasquaro (in Piemonte) il 12 giugno 1773.

Sorella di carità, educatrice e catechista fedele alla parola di Dio ha speso l’intera esistenza per la fondazione della Congregazione delle Suore di Carità dell’Immacolata Concezione d’Ivrea. Nel 1788 a quindici anni fa voto di perpetua verginità.

Verso il 1800 si trasferisce a Rivarolo. Nel 1806 inizia le pratiche per la fondazione di un istituto religioso.

Il 17 maggio 1817 riceve l’approvazione che viene attribuita ad altre giovani del luogo.

Nel 1823 riprende le pratiche per la fondazione e scrive la prima Regola.

Il 7 marzo 1828 ottiene l’approvazione definitiva dell’Istituto, dall’autorità regia. Il 10 giugno1828 pronuncia per la prima volta i voti.

Il 27 novembre 1835 il vescovo d’Ivrea approva le regole dell’istituto con il nome di Sorelle di Carità sotto Il titolo della Concezione della Beata Vergine Maria.

Il 25 dicembre 1838 Madre Antonia muore a Rivarolo.

Suo impulso apostolico fu di porre argine alla disgregazione dei valori cristiani che si verificava nella società del suo tempo rendendosi partecipe dell’opera salvifica di Gesù Cristo mediante la preghiera, la penitenza, l’esempio della vita e indirizzando la sua carità di preferenza ai più poveri. Svolse il suo apostolato a Rivarolo Canavese educando i bimbi, istruendo le ragazze, specialmente povere e abbandonate, assistendo i poveri, curando gli ammalati colpiti da qualsiasi infermità, compresa la lebbra.

Fin dal 1805, molti anni prima della definizione del dogma, scelse il mistero della «Santissima Concezione di Maria» a titolo e protezione del suo istituto e a ispirazione del suo ideale.

Un po’ di storia …

La presenza delle suore d’Ivrea ad Acquaviva delle Fonti risale al 1898. L’Istituto “Cirielli” (così chiamato per il nome del proprietario della casa) ha sempre goduto la stima delle famiglie del paese, per la professionalità e la testimonianza di vita delle suore.

Nel 1978, dopo 70 anni di attività educativa, la scuola elementare iniziò gradualmente la chiusura e i locali vennero trasformati in camere, per accogliere alcune suore della terza età.

Nel 1993 anche la scuola materna cessò l’attività e l’intero stabile fu ristrutturato e adibito a casa di riposo per suore inferme e anziane.

A conclusione dell’attività educativa l’Istituto “Cirielli”, pur cambiando volto, non ha cessato la sua missione apostolica, perché la nuova comunità delle suore è diventata:

* Comunità Orante

* Comunità Offerente

* Comunità Accogliente.

La nostra casa (in via Roma 27) è ancora oggi un punto di riferimento: molti laici partecipano quotidianamente alla nostra preghiera delle Lodi, all’Adorazione Eucaristica e alla Celebrazione della Santa Messa. Offre accoglienza a:

* gruppi di giovani con i loro parroci per incontri spirituali,

* gruppi di Associazioni varie,

* condividiamo le iniziative del gruppo AVULSS anziani, con momenti di musicoterapia, danza, clown terapia, visione di film, momenti ricreativi.

Di seguito la locandina:

locandina_beatificazione_madre_Antonia

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI