Sabato 17 Novembre 2018
   
Text Size

N. D'AMBROSIO,SOCIO ONORARIO DEL COMITATO PRO CANNE DELLA BATTAGLIA

prof_Dambrosio_a_Canne_della_Battaglia

AcquavivaNet propone ai suoi lettori un’Intervista esclusiva al prof. Nicola D’Ambrosio, docente acquavivese di Letterature Francofone presso la Facoltà di Lingue dell’Università ‘Aldo Moro’ di Bari, traduttore ufficiale dello scrittore tunisino-canadese Hédi Bouraoui (recentemente nominato ‘citoyen d’honneur d’Acquaviva’- per saperne di più: http://www.acquavivanet.it/politica/1568-hedi-bouraoui-cittadino-onorario-acquavivese-1d-parte.html e http://www.acquavivanet.it/politica/1567-hedi-bouraoui-cittadino-onorario-acquavivese-2d-parte.html), direttore della collana “Al di là del Mediterraneo” della WIP Edizioni di Bari, corrispondente per l’Italia del Centro Canada-Mediterraneo della York University di Toronto.

Il 2 agosto scorso, in occasione del 2227° Anniversario della Battaglia di Canne (216 a. C. – 2011), siete stato nominato “socio ad honorem” del Comitato Italiano Pro Canne delle Battaglia, vuole raccontarci qualcosa di questa serata?

Abbiamo saputo che il Dott. Vitantonio Vinella, presidente del Comitato Pro Canne della Battaglia, vi ha invitato per presentare in anteprima nazionale l’ultimo romanzo di Hédi Bouaoui intitolato ‘L’Odissea di Annibale’ (WIP EDIZIONI luglio 2011) da lei tradotto. Partendo dal suo riconoscimento pubblico vorremmo conoscere più da vicino trama, contenuti e stile di quest’altra fatica letteraria.

P7070002

Questo riconoscimento è stato per me una sorpresa, non me lo aspettavo. ‘Dalla Grande Storia alla storia di oggi per un Mediterraneo di Pace’ è stata una serata straordinaria. Al saluto delle autorità presenti sono seguiti diversi momenti: per l’occasione è stato realizzato un Annullo Filatelico e una Cartolina Commemorativa a cura di Poste Italiane; suggestiva è stata inoltre la Sfilata di abiti d’epoca intitolata ‘Indossiamo la Storia… Come vestivamo al tempo di Annibale e delle Guerre Puniche’ che ha visto il coinvolgimento degli studenti dell’ IPSIA “Archimede” indirizzo moda di Barletta e della SMS ‘Foscolo-Marconi’ di Canosa nell’ambito di alcuni progetti di ricerca storica e drammatizzazione. E' stato possibile visitare il sito archeologico, assistere a dimostrazioni con il parapendio, la manifestazione è stata ulteriormente arricchita con musica e degustazioni di prodotti tipici locali (pane, olio, vini). Dal 1953 il Comitato (associazione di volontariato culturale) si occupa della valorizzazione del sito archeologico di Canne della Battaglia, (questa località è stata teatro della seconda guerra punica tra Cartaginesi e Romani) e ha lo scopo di tener vivo il mito di ANNIBALE, creando al tempo stesso un ponte con l’altra sponda del Mediterraneo.

 Entrando nel dettaglio della mia partecipazione all’evento sono stato invitato con l’editore Stefano Ruocco nell’ambito di Mediterraneità … e dintorni’, reading letterario sull’attualità del Mare Nostrum. Credo che abbiano visto la copertina di ‘Annibale il Mediterrante’ in Facoltà, poi Stefano ha evidenziato che a giorni sarebbe uscito ‘L’Odissea di Annibale’ di qui l’anteprima. Come ben anticipava nel mio intervento ho parlato di questo secondo romanzo della trilogia partendo da Annibale il Mediterrante, soffermandomi sulla visione poetica di Bouraoui, l’intellettuale profetico, teorico del transculturalismo.

Mediterraneo come patrimonio dell’umanità a cui tutti dovrebbero attingere e dialogo interculturale tra i popoli sono questi i temi dello scrittore tunisino-canadese, temi quanto mai attuali. Bouraoui mette in evidenza nelle sue opere che è necessario conoscere profondamente la propria cultura, le proprie radici per trasmetterle agli altri attraverso la solidarietà e la cooperazione.

Nel bacino del Mediterraneo all’arte multiculturale e ai valori condivisi negli ultimi tempi si oppongono l’emarginazione, i pregiudizi, la mancanza di democrazia e frange di fanatismo religioso che sono un freno per l’Unione dei popoli del Mediterraneo, per la loro integrazione culturale, politica ed economica, per il dialogo alla pari e nella dignità con il Nord del mondo.

La dott. ssa Maria Antonella Doronzo, socia del Comitato e resp. del servizio accoglienza turistica, ha letto poi alcuni brani, mi è stata consegnata una targa di riconoscimento e una medaglia in argento dal Dott. Vitantonio Vinella che mi ha nominato socio onorario del Comitato Italiano Pro Canne della Battaglia. La pittrice Rosa Ruscigno ha realizzato durante la serata una grande tela che ritirerò prossimamente (la pittura era fresca).  

Impegni imminenti o futuri?

Di imminente, da ottobre riprendo gli impegni di docenza con L’UTE di Acquaviva delle Fonti, posso anticiparvi che sto organizzando per il prossimo marzo 2012 la tournée italiana di Hédi Bouraoui, una tappa sarà certamente Canne della Battaglia (BAT). Nella seconda metà di maggio invece sarò impegnato a Toronto nel convegno internazionale ‘L’ IMMIGRAZIONE E LA DIVERSITA’ organizzato dalla York University tramite la Stong College e l’associazione Centro Canada e Mediterraneo. Sono previsti ben 80 relatori ciascuno dei quali terrà interventi sul tema (20 min), il prof. Bouraouì poco prima di Ferragosto mi ha telefonato per comunicarmi che sarò il relatore ufficiale della seconda giornata, la mia relazione durerà 50 minuti. Il convegno durerà all’incirca quattro giorni, mattina e pomeriggio, ci rivolgeremo a studenti universitari e specialisti provenienti da ogni parte del mondo, quanto emerge verrà poi raccolto e pubblicato negli Atti del Convegno (come è avvenuto già nel 2005)”.

 

 

 

Commenti  

 
#1 tonino santamaria 2011-08-23 18:36
NICOLA, COMPLIMENTI VIVISSIMI!!!!!
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI