Giovedì 15 Novembre 2018
   
Text Size

LA DIOCESI A ROMA PER IL SANTO PADRE

Foto0135

Tanto tanto entusiasmo. È questo sicuramente il termine più giusto per esprimere l’incontro della diocesi di Acquaviva, Altamura, Gravina, Santeramo, Spinazzola e Poggiorsini  con il Santo Padre Benedetto XVI.

L’udienza, tenutasi nella sala Paolo VI, presso il Vaticano, ha visto la partecipazione di 7000 fedeli della nostra diocesi.

Non solo un incontro emozionante, ma soprattutto una fervente attesa.  I pullman, circa 130, sono partiti dai rispettivi paesi venerdì sera, intorno alla mezzanotte, per giungere in piazza San Pietro alle prime luci dell’alba. Il sole ha iniziato a picchiare sin da subito e dopo un’estenuante attesa e lunghe code, finalmente, si è arrivati nell’aula Paolo VI.

E ancora attesa, ma molto più piacevole e fresca, in preghiera, aspettando Benedetto VI.

Alle 12,15 circa si è aperta la porta laterale da dove è entrato il Santo Padre accolto da settemila cappellini gialli e bianchi sventolati in aria, fragorosi applausi e anche da qualche lacrima.

I volti della gente si sono illuminati alle parole brevi ed efficaci di S. E. Mons. Mario Paciello, Vescovo della nostra diocesi, che ha salutato il Papa parlando, dei paesi della diocesi, delle realtà presenti sul nostro territorio murgiano, delle nostre chiese parrocchiali, come fucina di idee, di cultura, di relazioni e di accoglienza. Non è mancato il riferimento alla grande realtà dell’ospedale Miulli, ente ecclesiastico gestito dalla Chiesa, né tanto meno l’invito a Sua Santità di venirci a trovare nella nostra terra, per toccare con mano l’entusiasmo, la fede e la carità delle comunità parrocchiali della diocesi.

Subito dopo, con intervalli di applausi, ha fatto il suo saluto il Papa che ha parlato della famiglia “prima responsabile dell’educazione dei ragazzi; i genitori sono i primi testimoni dell’amore di Cristo. Non abbiate paura delle difficoltà, non siete soli: la catechesi accompagna i vostri figli con la formazione permanente, non limitata al raggiungimento dei sacramenti”. Non è mancato anche un pensiero verso il clero diocesano: “siate sempre grati del dono ricevuto. Dio ha affidato il popolo alle vostre cure; guidati dallo Spirito Santo sappiate insegnare la verità e il dialogo con la cultura e con quelli che sono alla ricerca di Dio”.

Benedetto XVI ha poi concluso: ”Vi ringrazio per questa bella visita, con tutto il cuore vi ringrazio per la vostra fede e per le vostre preghiere”.

Dopo lunghi applausi i sei sindaci dei paesi della diocesi hanno portato in processione i doni al Papa, frutti delle nostre terre e del nostro lavoro, olio per Acquaviva, pane per Altamura,     salumi per Santeramo, biscotti per Spinazzola, legumi per Poggiorsini e vino per Gravina.

Si è concluso con la benedizione del Papa e del Vescovo l’incontro della nostra diocesi con Benedetto XVI. Una grande festa.

 

 A breve un ulteriore approfondimento con la ricca Fotogallery.

Commenti  

 
#1 giuseppe 2011-07-03 11:19
Una splendida esperiena umana, che mi ha molto emozionato, e' stata una grande stanchezza ma ci ha arricchito.Gius eppe
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI