Martedì 13 Novembre 2018
   
Text Size

MICHELE NATALE: "CHE GIOCO E’ QUESTO?"

d0fab11b7e1cd55cb613a5d540503f1015025839_320x150

 

Riceviamo e pubblichiamo la seguente nota:

Il Sindaco Squicciarini si dice esterrefatto del coraggio di una valente concittadina, attivamente impegnata nell’associazionismo socio-culturale del nostro paese. Una cittadina che ha pubblicamente espresso la propria indignazione per le scelte fatte dal Sindaco di Acquaviva. Scelte che la coinvolgono sia personalmente sia come ripresentate di un’associazione culturale.

Non capisco di cosa si sorprende l’Ing. Squicciarini; forse si meraviglia che qualcuno conserva ancora la capacità d’indignarsi di fronte a palesi ingiustizie.

Davvero il Sindaco di Acquaviva pensa che è possibile credere che l’assemblea sul Bilancio Preventivo prevista per il 23 maggio – per cui è stata negata la Sala conferenze dell’Ala Nord al Centro Studi “Lucarelli” di cui la dott. Capozzo è vice presidente – è rinviata al 30 maggio per il sopraggiungere improvviso di suoi altri impegni?

Siamo adulti e navigati abbastanza per sapere che il componente di un Coordinamento Istituzionale e relatore a un convegno sui “Piani di Zona” non può essere improvvisamente e inaspettatamente coinvolto nei lavori del convegno stesso. Da quando il Sindaco era a conoscenza della partecipazione e del suo ruolo nel convegno sui “Piani di Zona”?

Se come suppongo era da tempo informato, mi chiedo: cosa è successo? Perché c’è stato negato l’uso della Sala conferenze dell’Ala Nord per il 23 e il 27 maggio? Questo è avvenuto a seguito di una disposizione del Sindaco o per un errore dei suoi collaboratori?

E’ andata, mettiamoci una pietra sopra e guardiamo avanti.

Staremo a vedere se anche l’ennesima iniziativa pubblica improvvisamente promossa dal Sindaco il 27 maggio, per favorire la quale ci è stata negata la Sala conferenze dell’Ala Nord, trasferendoci nella Sala del Trono, salterà come quella del 23 maggio?

 Signor Sindaco non finga di non comprendere i motivi di tanta indignazione. Dopo soli quattro giorni, ancora una volta una delle iniziative culturali nel nostro paese è improvvisamente ostacolata da sue imprevedibili “esigenze”, non posso credere che Lei non si renda conto che il successo di un’iniziativa pubblica dipende anche dalla posizione della sala riunione, dalla visibilità del luogo e dall’esatta e preventiva informazione circa l’evento che si terrà in un luogo definito e chiaramente indicato.

Per finire, invito il Sindaco a non limitarsi a esprimere solo il suo stupore. Quello che si sta determinando nei rapporti fra la sua amministrazione e alcune associazioni socio culturali di Acquaviva è la conseguenza di scelte che ci spingono ritenere, finché non ci sarà dimostrerà il contrario (nei fatti non a parole), che siano in presenza di scelte tendenti ad un inspiegabile e – forse per nostri limiti – incomprensibile boicottaggio.

Boicottaggio che forse tende a coprire le assurde decisioni della sua maggioranza, come quella di aumentare di oltre 40.000,00 Euro la spesa per retribuire il Sindaco, il Vice Sindaco e i quattro assessori, e diminuire gli stanziamenti alla cultura di circa 50.000,00 Euro. Conosco da quali disposizioni normative provengono queste – poco chiare – riduzioni, ma se si sceglie di mettersi all’occhiello il fiore di un presunto “bilancio partecipato”, occorre avere il coraggio di fermare il gioco e promuovere la partecipazione e il confronto sulle tutto il bilancio, compreso le spese di alcune “nobili” retribuzioni.

                                                                                        *Michele Natale

Commenti  

 
#4 arturo 2011-05-23 17:07
Caro amico non è polemica, è finalmente qualcuno che parla senza pregiudizi.
Io rispetto il sig. NATALE sia come cittadino e sia come responsabile di una lodevole Associazione , come altre, che in un modo o nell'altro fà qualcosa di Culturale per il nostro paese e senza soldi pubblici, l'unica cosa che ha chiesto e' stata almeno la sala.
Comprendo il Suo stato d'animo poiche' per mantenere un'associazione Culturale e fare qualcosa di buono in questo paese e' già di per sè molto difficile e faticoso, poi ci si mette pure la politica ect....
Vi auguro di continuare nella Vostra associazione poichè fate soltanto bene ad Acquaviva.
Buon lavoro.
 
 
#3 celestinov 2011-05-23 14:51
Bravo Michele!
Da anni l'unica voce critica della coscienza di Acquaviva.
MICHELE NATELE SINDACO!
 
 
#2 elena 2011-05-23 00:13
aumento di 40.000 euro???!!! ....e le ragioni????
 
 
#1 giacintosor 2011-05-22 15:12
elucubrazioni mentali di chi ama fare polemica ed essere contro a prescindere. sulla questione aumenti del sindaco ed assessori occorre onestà intellettuale ed evitare facile demagogia ma mi rendo conto che chi non ha altri argomenti ricorre ad iniziative populiste prive di fondamento. per la prima volta le associazioni hanno la possibilità di confrontarsi con una amministrazione ed il sig. Natale trova il modo per non fare proposte serie piuttosto preferisce fare la vittima di una persecuzione da parte del sindaco. ci sono tante altre associazioni che prendono le distanze dalle posizioni del sig. Natale, non vogliamo essere coinvolte nella polemica che serve solo al sig. Natale che ancora una volta trova modo per distinguersi senza nulla di concreto.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI