Mercoledì 14 Novembre 2018
   
Text Size

"IMPEGNO DI SOLIDARIETA' E FORMAZIONE A DOPPIO SENSO"

DSC02718  

 È stata presentata ieri pomeriggio presso la sala convegni dell'Ospedale "F. MIULLI" di Acquaviva delle Fonti l’iniziativa di cooperazione e solidarietà finalizzata al decollo dell’Hospital “La Croix” in Benim. Un progetto di amicizia tra i popoli e di interscambio portato avanti con grande impegno ed entusiasmo dall’Ente Ecclesiastico Ospedale Miulli, dal Rotary International Club Rutigliano e Terre dell'Uva Distretto 2120 e i Padri Missionari Camilliani.

DSC02717

Introducendo gli interventi, don Tommaso Lerario ha ribadito che l’esperienza del Benim non è il primo abbraccio di amicizia del Miulli, definito dal suo Governatore Mons. Mario Paciello in occasione dell’inaugurazione della nuova sede,Centro eccellente di luminosa carità, da sempre, infatti, l’Ospedale si è distinto per l’attenzione cristiana di profonda umanità. “Mi auguro – ha poi concluso il cappellano- che il “MIULLI FOR LIFE”, a 360°, possa continuare attraverso la sinfonia del silenzio dei suoi operatori sanitari in opere concrete e possa venire fuori sempre di più, perché far bene fa bene. Accogliamo questo decollo con i migliori auspici”.

 

  

Avrei una esplosione di sentimenti da comunicarvi piuttosto che fatti e parole”  così ha aperto il suo intervento il Dott. Alessio Nitti, Direttore Sanitario dell’ ospedale Miulli, “basta ascoltare e le cose vanno meglio”. Partendo dalla sua esperienza personale (in Rep. Dem. Del Congo nel 2005 con Don Mimmo Laddaga) ha posto l’accento sull’importanza del confronto con le altre realtà, fondamentale per ridimensionare i nostri problemi e atteggiamenti di superficialità guardando le cose da una diversa prospettiva. Ha ribadito i numerosi interventi di solidarietà svolti dall’Ente Ecclesiastico in questi anni (in Etiopia nel 1988 con la realizzazione di un lebbrosario e in Albania nel 1992 con l’apertura di una scuola per infermieri professionali) fino ad arrivare al progetto del Benim che li vede impegnati accanto al Rotary e i missionari Camilliani. “C’è sempre la Provvidenza e chi ci ha stimolati: in questo caso è Mariarosa Giangrande medico ginecologo rotariana e il Dott. Gaetano Logrieco che andando lì ci hanno portato padre Marius Yabi, Missionario e Medico Camilliano”. Rivolgendosi a don Marius, il Dir. Sanitario ha rinnovato l’impegno del Miulli e del Rotary a inviare in Benim non solo container con letti e apparecchiature radiologiche, ma “a stabilire un rapporto di formazione a doppio senso”. Un impegno forte che vorrei assumessi pure tu nei nostri confronti, da africano a trasmetterci la genuinità del tuo popolo a valorizzare il poco che si ha, a diventare semplici, ad essere meno attaccati alle cose tangibili. Siamo disposti a darvi tecnologi e professionalità, a insegnarvi alcune cose che abbiamo imparato ma  tra i due popoli chi si arricchirebbe di più saremo noi, poco sarà quello che vi daremo, tantissimo ciò che ci darete”.

DSC02722

 

 

Prendendo la parola Padre Marius Yabi  dopo aver ringraziato i presenti per questo abbraccio ha illustrato il carisma del suo ordine e le reali necessità dell’Hospital “La Croix”. “C’è ancora veramente tanto da fare mi auguro che con questa collaborazione che sta nascendo, tantissimi altri tra voi possano fare esperienza in Benim, e dare una mano. Ringrazio tutte le persone che ho incontrato e che hanno permesso che il grido di aiuto dei poveri non cada nel vuoto e per questo hanno raccolto la sfida per una gara di solidarietà e promozione di umanità. Ringrazio voi che vi adoperate o vi adopererete in vario modo per questa significativa causa. Grazie di tutto!”.

 

 

  

DSC02732

 

 

La dottoressa Mariarosa Giangrande del Rotary Club di Rutigliano e Terre dell'Uva  ha infine presentato attraverso le immagini e un video i progetti già realizzati e lo stato di avanzamento dei lavori in Benim. Contestualizzando il luogo ha, inoltre, proposto la mission rotariana del servire, “se riusciamo a trasmettere un’emozione, il più è fatto”. 

 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI