Venerdì 16 Novembre 2018
   
Text Size

AL FRANGI I SINDACATI RISPONDONO

sciopero_al_frangi2

Alla lettera, con cui si annunciava l’apertura delle procedure di cassa integrazione in deroga, per i lavoratori del Centro di Riabilitazione Pierantonio Frangi di Acquaviva, è seguita una risposta da parte dei sindacati.

Infatti, martedì pomeriggio scorso, tutte le sigle sindacali si sono riunite per scegliere la strategia migliore da seguire per fronteggiare la crisi in atto.

Presenti all’incontro i rappresentanti sindacali della CISL FP, UIL FPL, UGL, CIMOP, RSA FIALS, RSA USSPI e RSA FSA.

Non presenti all’incontro i rappresentanti della CGIL che dichiarano di non voler partecipare a questo tavolo delle trattative perché “c’è un problema strutturale dell’azienda da risolvere, non si può continuare a chiedere alla Regione e alla ASL di tamponare le emergenze, ma si deve finalmente mettere sul tavolo delle trattative il problema nella sua interezza e giungere ad una soluzione risolutiva”, queste le parole di una rappresentante sindacale Pasqua Pinto.

Sconcerto tra gli altri sindacati che non accettano tale atteggiamento da parte della CGIL che in questa maniera dimostra, a parer loro, di non interessarsi ai propri lavoratori.

Tutti gli altri sindacati insieme, hanno invece prodotto, dopo la riunione, un documento indirizzato al Presidente della Giunta Regionale, all’Assessore alle Politiche della Salute Tommaso Fiore, all’Assessore al Welfare Elena Gentile, al Direttore Generale della A.S.L. BA e al Presidente AIOP Puglia.

Con questa lettera i sindacati chiedono un incontro urgente con la Regione, la ASL e i datori di lavoro delle società Elia Domus s.r.l (che gestisce il Pierantonio Frangi di Acquaviva) e Aurea Salus s.r.l.(che gestisce la struttura Riabilia di Bari-Santo Spirito) per affrontare i problemi derivanti dalla riapertura delle procedure di cassa integrazione in deroga e cercare una risoluzione che non incida né sul livello occupazionale né sull’assistenza al cittadino.

In caso di mancata convocazione i sindacati hanno già annunciato una manifestazione di tutto il personale delle due aziende per il giorno 6 aprile 2011 dalle ore 9.30 con un sit-in presso la Presidenza della Giunta Regionale al Lungomare Nazario Sauro di Bari.

 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI