Sabato 17 Novembre 2018
   
Text Size

REGIONALE FRATRES: RESOCONTO DELL'ASSEMBLEA

REGIONALE_FRATRES_MARTIGNANO  

Si è svolta domenica scorsa a Martignano (Le) l’assemblea regionale FRATRES 2011. L’appuntamento della Grecìa Salentina ha registrato questa volta, come più volte puntualizzato dai relatori, “grande risposta di pubblico”, “un’assemblea certamente sentita” non solo per la consueta approvazione del Bilancio Consuntivo 2010 e Preventivo 2011, per l’aggiornamento sugli sviluppi normativi e i risultati raggiunti ma che è stata soprattutto occasione di confronto, socializzazione in vista delle prossime votazioni per il rinnovo delle cariche.

Ben settanta presidenti di gruppo provenienti dalle varie Province, cinquantatre delegati e ottanta tra accompagnatori e ospiti, al completo il direttivo del consiglio regionale, e i rispettivi provinciali, presente anche il locale Gruppo FRATRES di Acquaviva delle Fonti rappresentato dal vice presidente cittadino Geom. Antonio Pugliese.

DSC01597

Ad aprire i lavori il presidente regionale FRATRES Vincenzo Manzo, e l’assistente spirituale don Pasquale Fracasso che dopo i consueti saluti di benvenuto a tutti i partecipanti, e la recita della Preghiera del Donatore hanno espresso il loro ringraziamento a Mons. DONATO NEGRO, arcivescovo di Otranto, per aver accettato l’invito. “Buongiorno e benvenuti, sono davvero lieto di porgere il mio saluto  e dirvi che la stima e l’apprezzamento per questa associazione  la FRATRES che ho intercettato in vari momenti della mia vita sacerdotale prima e nella nostra Diocesi. Riassumerei il vostro impegno in una parola, la ‘Gratuità’, quello che voi fate – ha poi concluso il vescovo- è un servizio di amore gratuito”.

All’intervento è seguito l’omaggio di una medaglia celebrative con l’effigie di san Pio da parte dell’ultimo Gruppo FRATRES costituito di San Giovanni Rotondo, e del vocabolario italiano-griko e griko- italiano fatto dal primo cittadino di Martignano che ha ricordato ai presenti essere questo “uno dei dieci della Grecìa Salentina con una minoranza linguistica che fa molto per la salvaguardia delle tradizioni”.

DSC01604

Questa mattina -ha poi annunciato Manzo- non si svolgeranno più le Primarie, perché non è stato raggiunto il numero necessario per chiudere le liste, si pensava in questa sede di sottoporre ai singoli gruppi le candidature degli aspiranti dirigenti, in modo da avere attraverso i voti delle preferenze dal basso. Purtroppo rimanderemo questa operazione al prossimo 10 Aprile a Cisternino”. Completando il discorso, don Pasquale ha suggerito ai presenti di vivere insieme in quella stessa data il ‘Precetto Pasquale’. “Invito a candidarsi, a saltare il fosso insomma” senza se e senza ma. Un appello rivolto soprattutto ai giovani: “candidarsi per dare al Direttivo futuro la possibilità di rinnovamento”, quello auspicato da Manzo è “un ricambio motivato e qualificato”.

Nominato il presidente e il segretario dell’assemblea, i lavori sono proseguiti osservando un minuto di silenzio proposto dal vice presidente nazionale Antonio Spano per ricordare Francesco Cardile, don Giuseppe Di Mauro e  gli avvenimenti di questi giorni in Giappone e in Libia. Nel suo intervento facendo il punto sulla situazione ha precisato che se “per quanto riguarda la nostra missione: la donazione di Sangue in Puglia è andata alla grande (Questi i dati del 2010: 43.270 donazioni, 2278 in più rispetto al 2009, pari ad un incremento del 7,27%), stiamo vivendo invece un periodo travagliato per la messa a norma dell’aspetto amministrativo. Siamo sulla buona strada per quanto riguarda l’iscrizione al registro regionale del volontariato non posso dire la stessa cosa per i requisiti minimi strutturali delle sedi dei gruppi che fanno la raccolta in loco. Da pochi giorni  la Regione Puglia ha approvato una Legge inerente i requisiti minimi che siamo tenuti a rispettare, abbiamo tre anni di tempo, entro il 30 giugno è necessario mandare la domanda per ricevere la visita di idoneità. Dobbiamo con pazienza impegnarci e lavorare per l’affermazione dell’Associazione, rimbocchiamoci le maniche e con l’aiuto del signore andiamo avanti”.

Sono seguiti gli interventi di saluto dei presidenti provinciali presenti: Donata Pinca (Lecce),  Giacinto Giorgio (Bari), Giuseppe Marraffa (Amministratore Prov. Taranto) che hanno espresso i loro complimenti agli organizzatori salentini.

Interessante l’analisi proposta nella Relazione del pres. regionale FRATRES Vincenzo Manzo che ha posto l’accento sui risultati conseguiti (nascita di due nuovi gruppi: Polignano a Mare (Ba) e San Giovanni Rotondo (Fg) nel 2010, di Lucera  (Fg) nel 2011; sono stati chiusi però e accorpate altre consociazioni che non erano in grado di soddisfare le norme legislative; programmazione delle date di raccolta ad hoc che hanno scongiurato l’emergenza estiva).

Il mondo della donazione pugliese è proiettato non solo verso il consolidamento  dell’autosufficienza, di fatto raggiunta, ma anche verso il miglioramento della qualità della donazione sotto l’aspetto delle strutture e della diversificazione attraverso la donazione di plasma”, l’adeguamento alle normative regionali. Da ripetere certamente la partecipazione alla Fiera del Levante di Bari, l’avvio di nuovi progetti di sensibilizzazione alla donazione di sangue e di organi, l’avvio della costituzione dei consigli provinciali della BAT e di Br, la ricostituzione della Consulta Giovani Fratres Regionale”. È nell’aria l’idea di una rivisitazione dello Statuto Nazionale potremmo pensare ad una Commissione Regionale che sia in grado di formulare proposte per ottobre/novembre  quando rinnoveremo il Consiglio regionale”. Questi in sintesi alcuni obiettivi da raggiungere per questo 2011.

 È seguito un momento di dibattito in cui è stato possibile rivolgere domande e avere chiarimenti. Luigi Mangione, amministratore del Cons. Regionale Fratres ha poi dato lettura della Relazione Contabile (Bilancio Consuntivo, situazione patrimoniale e conto economico della consociazione dei Gruppi Fratres Puglia anno 2010; Bilancio preventivo della consociazione dei Gruppi Fratres per l’anno 2011), seguito poi da Giuseppe Cretì Presidente del Collegio dei Revisori. Approvati all’unanimità tutti gli atti di un’amministrazione regionale che risulta essere in attivo.   

DSC01622

 

 La mattinata si è conclusa con la celebrazione della Santa Messa nella chiesa matrice di Santa Maria dei Martiri di Martignano presieduta dal don Pasquale Fracassi e animata da tutti i donatori.

E' stato un momento di socialità ma soprattutto di festa quello che questa domenica gli oltre 230 partecipanti hanno vissuto durante il pranzo presso un locale agriturismo martignanese.

SDC10907

 

(Foto: I. G. e Geom. A. Pugliese)

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI