Mercoledì 21 Novembre 2018
   
Text Size

V.I.V.A. VERDI: LA MOSTRA A CURA DI ALICO' e L'INCONTRO

DSC01570  

“VIVA V.E.R.D.I.” è questo è titolo del ricco e interessante programma vissuto oggi, giovedì 17 marzo 2011, promosso dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Acquaviva delle Fonti per il 150° Anniversario dell’Unità d’Italia.

Potremmo definirlo ‘un evento nell’evento quello proposto dall’ass. Francesca Pietroforte, accolto con entusiasmo e favore di pubblico, articolato in ben tre momenti ospitati per concerto e presentazione del libro nella consueta location della Sala Conferenze (piano terra) dell’ala Nord di Palazzo De Mari, punto nevralgico in questi ultimi mesi della vivacità e del fermento culturale della nostra cittadina e per la mostra nell’ex carcere (primo piano).

  DSC01522

 AcquavivaNet presente alla manifestazione propone ai suoi lettori un primo approfondimento:

-LA MOSTRA.

1.L’intervista a Roberto Tritto, presidente dell’Associazione Culturale L’incontro Onlus di Acquaviva delle Fonti:

  Abbiamo accettato ben volentieri- ci comunica R. Tritto- di collaborare con l’Amministrazione all’organizzazione di questo importante evento per i festeggiamenti del 150° anniversario dell’Unità d’Italia, con una mostra d’arte.

 In poco più di una settimana e con un buon dispendio di energie siamo riusciti a contattare per questa collettiva, avvalendoci dell’amico Vincenzo Alicò, nostro referente nell’ambito dell’arte, altri artisti locali (Francesco Ferrulli e Teresa Guido alias TERRYGU) e dei paese limitrofi (il nojano Amatore Ditullio e la gioiese Dana Vitto).

Riteniamo che ogni associazione nel suo piccolo può fare qualcosa per valorizzare il nostro Comune, vogliamo dare un senso concreto a questa giornata, valorizzare questo contenitore con eventi, tenere aperti questi spazi avviando ricerche storiche specifiche. Questo è per noi un’occasione per farci conoscere, nel pomeriggio verrà presentato il libro di Antonio Lucarelli “Risorgimento, Brigantaggio e Questione Meridionale” a cura di V.A. Leuzzi  e di Giulio Esposito edito da Palomar (2010), in quella occasione sarà possibile acquistarlo”.

DSC01506

Ci sono iniziative in cantiere?vuoi anticiparci qualcosa?

La nostra associazione è presente sul territorio dal 2007, per chi ci ha conosciuti in questi anni il nostro grosso impegno è per “Commercianti per un giorno”, come più volte abbiamo ribadito, non vuole essere il classico mercatino dell’usato, vogliamo far passare il messaggio del riutilizzo e del riciclaggio. Vi diamo appuntamento a domenica 10 Aprile in piazza Vittorio Emanuele II dalle 10,00 alle 20,00. Sono soddisfatto perché siamo riusciti ad autofinanziarci con i fondi provenienti dal cinque per mille della dichiarazione dei redditi, ringraziamo quanti ci hanno sostenuto, rinnovo l’invito a farlo ancora,  sulla brochure e biglietto da visita trovate il nostro C.F. :91081760729!”.

 

2. Intervista a Vincenzo Alicò, pittore acquavivese in questa occasione curatore e protagonista della collettiva V.I.V.A. VERDI  ospitata nell’ex carcere di Palazzo De Mari.

Roberto Tritto mi diceva che tu sei il suo referente in ambito artistico. Come nasce questa mostra?

 Sono il coordinatore di questa collettiva, con lui c’è una forte amicizia, mi ha coinvolto in questo progetto con l’Amministrazione, Roberto è una brava persona si prodiga perché ci crede, non lo fa a scopo di lucro, mi ha coinvolto, sto bene con lui. Se avessimo avuto più tempo, avrei potuto invitare altri colleghi validi per mostrare lo scenario attuale dell’arte contemporanea, per scaramanzia non voglio dire più di tanto, ma in cantiere un’estemporanea, ci risentiremo presto!”

Chi è Alicò?

“Sono un pittore acquavivese autodidatta, il mio talento è qualcosa di innato, avevo questa predisposizione fin da ragazzo, poi ho fatto altro nella vita (ero intonachista), ho iniziato tardi, ho lasciato tutto per dedicarmi anima e corpo alla pittura, la mia passione. La svolta nel ’92 con il disegno e dal ’96 in poi ho iniziato a fare mostre collettive e a cielo aperto, ho avuto un buon riscontro del pubblico e di critica non solo nel mio paese ma anche nelle zone vicine, questo mi ha incoraggiato. Ho realizzato quadri su commissione per collezioni private di vescovi, soggetti sacri per la Chiesa (Ultima Cena riproduzione di Tiziano, altri di mia produzione per il tribunale ecclesiastico di Bari, la chiesa di San Vito da Padova a Bari Vecchia ecc. al momento opportuno renderò pubblico il mio Curriculum). Mi ritengo un artista poliedrico, riesco a fare un po’ di tutto, non solo soggetti sacri, nature morte, paesaggi, ma anche nudi e ritratti, mi identifico però nei paesaggi identificabili sono i miei ulivi nodosi scavati dal tempo. Qui presento oggi quattro opere una marina e tre paesaggi pugliesi.Le mie opere sono molto realistiche, non hanno titoli perché sono leggibili, raccontano della civiltà contadina e della quotidianità”.

Questi gli altri artisti:

 -Francesco Ferrulli (1984) conNEVICATA D'AGOSTO”, e “NATURA...LMENTE AMORE”

(per saperne di più visita, http://www.ferrulliarte.it/) definito dal M° Alicò “un giovane acquavivese promettente, interprete del “contornismo metafisico”, si distingue per la cromia accesa e il suo modo di dipingere ha trovato in questo una sua originalità pur scegliendo come soggetti i trulli e il paesaggio.

-Amatore Ditullio (1967) pittore e scultore di Noicattaro (per saperne di più, http://www.amatore.altervista.org/) scelto da Alicò per la predisposizione al paesaggio, natura morta ma soprattutto per la pitto-scultura, opere realizzate con stucchi multistrato a bassorilievo, colori caldi (50 toni inseriti in una sola opera), intaglio su legno, inserimento di figure umane o intrecci che conferiscono tridimensionalità, e al tempo stesso un’atmosfera surreale.

-Dana Vitto pittrice gioiese che Alicò precisa nella conversazione essere stata per un po’ sua allieva, anche lei sceglie come soggetti il paesaggio pugliese, con i muretti a secco, animali (farfalle), fiori (rose, girasoli, calle, fiori di campo) e nature morte; interessante la vista della tela dipinta sui lati che fuoriesce da una base piatta.

-Teresa Guido alias TerryGu, (per saperne di più visita, http://teresaguido.blogspot.com/) disegnatrice acquavivese che durante la serata ha eseguito gratuitamente caricature a tutti i visitatori.

Di seguito la Fotogallery:

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI