Martedì 20 Novembre 2018
   
Text Size

"ORTO IN CONDOTTA", SIGLATO L'ACCORDO CON SLOW FOOD

DSC00920  

 

E’ stato siglato ieri, venerdì 18 Febbraio 2011 il protocollo d’intesa tra il sindaco di Acquaviva delle Fonti, Ing. Francesco Squicciarini, il dott. Michele Polignieri, referente regionale del progetto “Orto in Condotta” di Slow Food e la Dirigente Scolastica dott. ssa Utilia Maria Di Leone del 2° C.D. “Collodi”.

“Orto in condotta” è questo il nome del progetto promosso da Slow Food, un format internazionale finalizzato alla realizzazione di orti per promuovere e sviluppare l’educazione alimentare e ambientale nelle scuole.

In Italia -ha precisato durante la conferenza stampa Polignieri illustrando nel dettaglio progetto- si contano ben 202 Orti in Condotta attivi, 4 dei quali sono in Puglia; si tratta di un virtuosismo contagioso, nei prossimi mesi infatti saranno finanziati dall’assessore regionale all’agricoltura Dario Stefano altri 10 Orti in Condotta”.

Apprendiamo che il progetto, promosso dal Comune, dalla Scuola Elementare “Collodi” e da Slow Food è articolato in tre anni scolatici, ha come destinatari: studenti, docenti, genitori, nonni e comunità locale, si pone l’obiettivo di cambiare le abitudini alimentari quotidiane dei ragazzi, cercando di avvicinarli ai concetti di buono, pulito e giusto.

“Ho accolto con entusiasmo la proposta dell’ass. alle attività produttive Vincenzo Casucci”- ha comunicato il sindaco Squicciarini- “quello proposto da Slow Food è un progetto che opera sul piano culturale, sensibilizzeremo le giovani generazioni a conoscere e valorizzare i prodotti tipici locali come la cipolla rossa di Acquaviva delle Fonti e i ceci neri, ricostruendo così le nostre radici identitarie. L’Amministrazione Comunale di Acquaviva delle Fonti guarda con attenzione ai processi di educazione alimentale e ambientale, abbiamo accolto con favore il progetto proposto da Slow Food. I bambini sono in grado di cambiare le abitudini dei genitori, diventano essi stessi educatori dei più grandi e della famiglia”.

Esprimo anche io il mio apprezzamento per l’iniziativa- ha riferito la dott. ssa  Di Leone del 2° C.D.di Acquaviva delle Fonti – sono grata all’Amministrazione Comunale e agli assessori Casucci, Pietroforte e Capozzo per aver attivato questa sinergia con Slow Food, nella nostra offerta formativa scolastica abbiamo già ‘l’educazione alimentare’. Condivido pienamente il pensiero del Sindaco, è bello lavorare con le giovani generazioni perché è facile cucire loro addosso abiti mentali e comportamentali che possono poi segnare veramente il cambiamento nelle loro vite, diventando essi stessi portatori sani di buone abitudini in famiglia”.

Alla sottoscrizione del protocollo d’intesa da parte delle parti coinvolte nel progetto è seguita la nomina di Vito Abrusci, referente locale di Slow Food a responsabile del progetto “Orto in Condotta”, “il suo compito - ha precisato Polignieri - sarà quello di interfacciarsi sia con l’Amministrazione Comunale che con l’Istituto Scolastico; la Dirigente dovrà provvedere alla nomina di un docente che avrà rapporti scambievoli con la Condotta di Slow Food e l’Amministrazione Comunale”.

AcquavivaNet esprime il suo più cordiale in bocca al lupo per questo nuovo e interessante progetto formativo.

 

 

Commenti  

 
#1 samuele 2011-02-20 09:56
che bella iniziativa . . . finalmente si dà il giusto peso ai piccoli. Complimenti ai promotori.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI