Mercoledì 21 Novembre 2018
   
Text Size

DISCIPLINA DEGLI ORARI DEGLI ESERCIZI COMMERCIALI

palazzo_de_mari  

Con ordinanza n. 116, il Sindaco  Squicciarini ha disciplinato gli orari degli esercizi commerciali e del commercio su aree pubbliche per l’anno 2011.

Gli esercizi commerciali di vendita al dettaglio possono restare aperti al pubblico tutti i giorni della settimana rimettendo alla libera determinazione di ogni esercente l’individuazione degli orari di apertura e chiusura degli esercizi commerciali, nel rispetto dei sotto indicati principi:

a) ogni esercente ha facoltà di modulare gli orari di apertura e chiusura del proprio esercizio commerciale, nel limite massimo di tredici ore giornaliere di apertura, tra le ore 7:00 e le ore 22:00 di ogni giorno feriale;

b) è fatto obbligo della chiusura nei giorni di domenica e nelle festività settimanale, salvo deroghe;

c) gli orari adottati devono essere noti al pubblico con mezzi idonei, analogamente si deve procedere in tal modo in caso di variazione degli stessi;

d) siano fatti salvi i diritti dei dipendenti, nell’ambito degli istituti contrattuali, in materia di flessibilità dell’orario e competenze economiche, secondo il vigente C.C.N.L.

E’ data facoltà di rimanere aperti per quanto attiene l’anno 2011 nei seguenti giorni:


-domenica 13 febbraio;
-domenica 17 aprile (domenica delle Palme);
-domenica 8 maggio;
-domenica 5 giugno;
-domenica 3 luglio;
-domenica 4 settembre;
-domenica 27 novembre.
-tutte le domeniche del mese di dicembre 2011.

Di tanto ne deve essere data ampia comunicazione agli utenti con mezzi idonei.

Le disposizioni della presente ordinanza non si applicano alle seguenti nei confronti di: rivendite di generi di monopolio; gli esercizi di vendita interni ai campeggi, ai villaggi e ai complessi turistici e alberghieri; gli esercizi di vendita al dettaglio situati nelle aree di servizio lungo le autostrade, nelle stazioni ferroviarie, marittime e aeroportuali; le rivendite di giornali; le gelaterie e gastronomie; le rosticcerie e le pasticcerie; gli esercizi specializzati nella vendita di bevande, fiori, piante e articoli di giardinaggio, mobili, libri, dischi, nastri magnetici,musicassette, videocassette, opere oggetti d’antiquariato, stampe, cartoline, articoli da ricordo e artigianato locale, nonché le stazioni di servizio autostradali, le sale cinematografiche; esercizi di vendita di prodotti caseari di esclusiva produzione propria, effettuata all’interno dei caseifici o in locali ad essi attigui e comunicanti.

Gli esercizi commerciali restano chiusi il 1° gennaio, la domenica di Pasqua, il 25 aprile, il 1° maggio, il 2 giugno, il 25 e 26 dicembre.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI