Sabato 17 Novembre 2018
   
Text Size

"INVITO ALLA SOLIDARIETA'", PARLA PINO SOLAZZO

solidarietC3A02

 La Redazione di AcquavivaNet in prossimità delle Festività Natalizie ha incontrato e intervistato Pino Solazzo, presidente della Consulta dei Servizi Sociali del Comune di Acquaviva delle Fonti e di Rete TRE. Un Invito alla Solidarietà, è questo in sintesi il messaggio che è emerso dall’intervista che vi proponiamo integralmente:

“In via Maria Scalera, 32 abbiamo cercato di unire due associazioni che si occupano di bambini, la prima è l’UNICEF (con il Mercatino delle “Pigotte”), l’altra è l’”Associazione Opere di Misericordia Apostole di Gesù”, ass. che ha visto tra i suoi fondatori don Nicola Laterza, sacerdote morto due anni fa in giorno di Pasquetta ai piedi dell’altare. Un gruppo di amici ha voluto continuare la sua Missione. Abbiamo acquistato nelle Filippine un terreno di 10 ettari oggi coltivato a mais dalle suore che fanno parte della Congregazione di San Pio a San Giovanni Rotondo. Su questo terreno, adesso, stiamo cercando di costruire un Ambulatorio Medico con una Mensa che va a completare la struttura che alloggia già 50 bambini adottati a distanza per lo più da famiglie di Santeramo in Colle. In questa sede stiamo distribuendo dei Calendari che non sono altro che le foto di momenti di vita dei bambini di questa Missione.

 L’invito che rivolgiamo è quello di poter sostenere questo Progetto, che rappresenta uno sforzo di Solidarietà verso chi non ha proprio niente. Conosciamo anche la difficoltà che molte famiglie acquavivesi stanno attraversando in questo momento, alle quali l’Amministrazione Comunale sta cercando di dare un piccolo segnale secondo quelle che sono le possibilità. Stiamo cercando con il Comando di Polizia Municipale di Acquaviva, l’Assessorato ai Servizi Sociali, la Consulta dei Servizi Sociali e Rete 3 di organizzare per (150 bambini acquavivesi)  la Vigilia della Befana.

Voglio fare a tutti un invito di solidarietà, affinché possiamo donare un gesto di affetto o un semplice sorriso a chi abita nella porta accanto alla nostra casa: agli anziani soli, agli ammalati e ai bambini. Approfitto di questo spazio per rivolgere i miei più cordiali auguri a tutta la cittadinanza, voglio far sì che con il mio messaggio possiamo guardarci intorno, dedicare cinque minuti del nostro tempo a chi ne ha più bisogno e ci è vicino.

Questo penso possa essere il Natale migliore che possiamo regalare a noi stessi, dovremmo iniziare ad essere egoisti pensando innanzitutto che per poter far star bene gli altri, dobbiamo star bene noi, e lo stare bene nella solidarietà significa fare qualcosa per l’altro sentendolo come una cosa nostra”.

 

Parlavi di Rete Tre…di che si tratta?

“Per 14-15 mesi abbiamo pensato come Organizzazioni di Volontariato dei Sei Comuni del  Piano di Zona (di cui Grumo è capofila e nel quale è inserito Acquaviva, Cassano delle Murge, Sannicandro di Bari, Toritto e Binetto) di mettere in rete le Energie del III Settore di tutte le associazione, coop. Sociali ed Enti di promozione che credendo in un progetto comune per la prima volta abbattessero gli ostacoli intercomunali per avere un’unica fonte interlocutrice con le Pubbliche amministrazioni.

Giovedì della scorsa settimana si è aperta ufficialmente l’attività di Rete Tre. Abbiamo incontrato nel Castello di Sannicandro di Bari le Amministrazioni Pubbliche, purtroppo c’era neve, era presente il Sindaco di Sannicandro e di Binetto, l’Ass. ai Servizi Sociali di Grumo e di, Cassano e due consiglieri Comunali in rappresentanza del Sindaco e dell’ass. ai Servizi Sociali del Comune Acquaviva e di e due per Toritto.

Rete Tre si è presentata e ha chiesto di essere riconosciuta sul territorio come l’Ass. di II Livello che con un unico interlocutore  che rappresenta oggi ben 40 associazioni, dialoga con le P. A. dei sei Comuni del Piano di Zona. Il nostro direttivo è costituito da un rappresentante delle associazioni per Comune, io sono stato nominato Presidente, il vice-presidente è il dott. Marzano (Resp. dell’Osservatorio Regionale e Prov. del Volontariato) di Binetto, il Direttore è il Dott. Lino Fornelli”.

Rete Tre, quali progetti ha in cantiere?Vuoi anticiparci qualcosa?

“Subito dopo le feste provvederemo ad allargare gli assi o settori di interventi (Famiglia, Minori a Rischio, delle Povertà, Anziani e Diversamente Abili); per ogni campo di rif. saranno nominate delle Responsabili (dovrebbero essere due persone per ogni asse e per ogni Comune) che presiederanno ai tavoli di concertazione con le Amministrazioni Pubbliche. Cercheremo di dare il nostro contributo non più separatamente ma tutti insieme.

 Le Amministrazioni in questo incontro hanno visto di buon viso queste iniziative e si sono dichiarate disponibili. Il Comune di Acquaviva in particolare ha anche patrocinato l’iniziativa Rete Tre e messo a disposizione quella che sarà la sede ufficiale della Presidenza presso la Biblioteca Comunale, il Comune di Binetto invece, ha messo a disposizione la sede della vece-Presidenza.

Vorrei comunicare che c’è stata una buona apertura delle Amministrazioni Comunali che noi ringraziamo, speriamo di poter interagire in tutte le fasi. Penso che lo stare insieme possa costituire un momento importante perché ogni singola associazione possa sentirsi parte di un progetto condiviso e non si senta mai sola contro tutto e tutti.

È finita l’epoca del Volontariato improvvisato, è necessario oggi conoscere le leggi del nostro Settore, saper redigere progetti e completare le domande quando ci iscriviamo agli albi. Essere dirigenti di un’associazione di volontariato non è semplice, tra i progetti in cantiere abbiamo la Formazione di queste importanti figure”.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI