Lunedì 19 Novembre 2018
   
Text Size

CENTENARIO "DE AMICIS": UN EVENTO DA RICORDARE

DSC09784 

Una mattinata intensa quella di ieri in occasione del Centenario della “De Amicis” di Acquaviva delle Fonti, l’edificio scolastico testimone degli eventi storici, emblema dei ricordi d’infanzia di intere generazioni di acquavivesi.

Un’aula magna gremita di gente: alunni, insegnanti, genitori, dirigenti scolastici, autorità politiche e rappresentanti del volontariato hanno vissuto a più riprese momenti di commozione.

La Dirigente Scolastica del 1° C. D., dott. ssa Sabatina Aresta dando inizio alla manifestazione ha detto “è un grande piacere per me salutare tutti voi presenti in questa giornata per condividere con noi la forte emozione di celebrare il solenne compleanno della scuola De Amici. Lo sguardo del passato ci dà oggi un grande slancio nel presente e verso il futuro. Buon compleanno scuola De Amicis e soprattutto altri cento di questi anni fecondi di cultura e civiltà per la comunità di Acquaviva”.

È seguito il medley del coro scolastico “Le Giovani Note”, composto dai ragazzi di IV° e V° Elementare dei plessi “Luciani” e “De Amicis” che ha proposto un tuffo nel passato ripercorrendo un secolo di storia italiana attraverso dieci brani che hanno caratterizzato momenti significativi come l’emigrazione, la belle epoque, la resistenza, il  dopoguerra, il boom economico fino a giungere agli anni Novanta.

La celebrazione di un centenario è sempre un evento straordinario. Proprio come una persona, - ha riferito l’Ins. Giovanni Latrofa, moderatore e ideatore della manifestazione- il nostro istituto, inaugurato il 4 Dicembre 1910, ha vissuto e vive; è stato testimone dell’evoluzione, inizialmente lenta e graduale, poi rapida e tumultuosa di questi cento anni. Da una scuola austera, rigorosa e rigida nella didattica e nei suoi programmi si è passati  a una scuola viva, attiva, aperta alle famiglie e al territorio. Dal maestro unico a una pluralità di docenti.

L’edificio “De Amicis” Ha vissuto e attraversato grandi eventi storici: due guerre mondiali, la monarchia, il fascismo, la repubblica e ne conserva ancora i segni, sia sui muri esterni che sui davanzali di alcune finestre. La celebrazione di questo centenario – ha poi continuato- assume una straordinaria valenza storica, educativa  e didattica e offre a noi tutti, ma soprattutto ai nostri alunni, l’opportunità di riscoprire le proprie radici, di considerare le esperienze del passato, per prendere consapevolezza delle conquiste e dei valori del nostro tempo, del nostro essere cittadini acquavivesi e italiani ieri e oggi”.

È stata poi scoperta dalla signora Rosa Quatraro, nipote del primo direttore didattico, il prof. Nicola Scalera, una targa commemorativa in onore di colui il quale sin dal 1893, con tenacia e determinazione ha affrontato una vera e propria battaglia burocratica conclusasi con “la vendita di due conventi di proprietà del Comune, S. Chiara e le Cappuccinelle” e la costruzione dell’edificio scolastico. “Prima del 1910 -ha precisato Latrofa- Acquaviva non aveva una sede unica per la scuola elementare. Gli alunni erano sparsi in diversi locali, a volte malsani, presi in affitto dal Comune.

A precedere gli interventi istituzionali del pres. del cons. regionale, dott. Onofrio Introna, del cons. regionale, dott. Giammarco Surico, dell’ass. prov. avv. Vito Perrelli, del sindaco Squiccciarini, il video “La Scuola racconta i suoi 100 anni” realizzato dall’Ins. Giuseppe Tancorra che ha catturato lo sguardo incuriosito di tutti i presenti.

È seguito il prezioso contributo della Dott.ssa Bice Leddomade per anni dirigente della De Amicis, il saluto della dott.ssa Sabrina Ostuni rappresentante della locale Pro Loco che ha curato per l’annullo filatelico e l’allestimento della mostra permanente. Il maestro Peppino Palmirotta ha poi, annunciato la sua ultima opera teatrale intitolata “Il Gigante Buono” che sarà presentata al pubblico dalla Compagnia Teatrale Pro Loco Viviteatro a fine anno scolastico.

Presentiamo oggi – riprende Latrofa- il Calendario 2011 del Centenario, e la Cartolina della commemorazione con lo speciale annullo filatelico di Poste Italiane il cui bozzetto è stato realizzato da Marcella Signorile”.

Il Gruppo folkloristico del 'Centro Polivalente Anziani' ha proposto un suggestivo intermezzo con balli tradizionali.

La manifestazione si è poi conclusa con l’inaugurazione e la visita della Mostra permanente “Un secolo di Storia” allestita presso il laboratorio storico-didattico del 1° C. D. "De Amicis". La Direzione Didattica ci comunica che per il momento è stato predisposto il seguente orario di visita:

-Lunedì 06 dicembre dalle ore 10.30 alle ore 12.00 circa, riservato agli alunni, agli insegnanti  e ai genitori delle scuole dell’infanzia;

-Sabato 11 dicembre dalle ore 9.00 alle ore 13.00 circa, riservato agli alunni, agli insegnanti  e ai genitori delle classi I e II;

-Sabato 18 dicembre dalle ore 9.00 alle ore 13.00 circa, riservato agli alunni, agli insegnanti  e ai genitori delle classi III – IV - V;

-Mercoledì 22 dicembre dalle ore 11.00 alle ore 13.00 circa, riservato al Centro Polivalente per Anziani, all’Università della Terza Età e all’associazione Turistica Pro Loco di Acquaviva.

La cartolina e il calendario del Centenario De Amicis saranno distribuiti nei prossimi giorni con un piccolo contributo presso lo stesso istituto scolastico.

Di seguito la  foto gallery con alcuni momenti significativi della manifestazione: 

 

Commenti  

 
#1 GINNI 2011-02-06 17:29
LA SCUOLA è MOLTO BELLA
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI