Martedì 13 Novembre 2018
   
Text Size

"GLI INTRAMONTABILI": FOTOGALLERY

primitivo_006

Vintage, vino primitivo, ceci neri e moda: termini apparentemente lontani tra loro ma che hanno rivelato profondi legami nel meeting culturale ed enogastronomico "Vino primitivo e cece nero – GLI INTRAMONTABILI", organizzato dall'associazione Lions Club "Pura Defluit" di Acquaviva delle Fonti in cooperazione con l'associazione turistica Proloco Curtomartino  e le Cantine Polvanera, presso le quali si è tenuto l’incontro. La serata è stata un prologo alla 10° edizione della "FESTA DEL VINO PRIMITIVO E DEL CECE NERO", che si svolgerà Sabato 13 novembre nelle vie del centro storico di Acquaviva.

 Gli interventi della prof.ssa Patrizia Calefato, semiologa e docente presso l'Università agli studi di Bari e del dott. Giuseppe Baldassarre, dottore e sommelier, hanno evidenziato connessioni inaspettate tra elementi della cultura enogastronomica locale e concetti appartenenti al mondo dello studio della moda, intesa come espressione non superficiale dell’intreccio tra storia e cultura.

 Lo stesso termine “vintage”, che designa oggi tutto ciò che da usato e sorpassato diviene “moda”, deriva dal lessico enologico, nel quale indica vini di annate di particolare pregio.

Così come sono “intramontabili” alcuni miti (dalle auto, ad oggetti di design e moda, a personaggi del mondo del cinema e della musica) che grazie alla patina del tempo hanno acquisito nuovo splendore e fascino, nello stesso modo il vino primitivo, strettamente legato al nostro territorio, sta tornando a brillare avviandosi a diventare anch’esso un “intramontabile” dopo un periodo di relativa oscurità. Il cece nero di produzione locale si intreccia a questo contesto come alimento tradizionalmente povero, di umili origini ma ricco e nutriente, da rivalutare quindi come elemento da riscoprire e valorizzare nell’insieme degli altri prodotti tipici del paniere acquavivese, tra i quali spicca la celeberrima cipolla rossa di Acquaviva.

 L’ incontro, seguito da una numerosa platea di appassionati, ha visto l’intervento di Raffaele Petruzzellis, presidente del Lions Club di Acquaviva, di Marcello Amapani, presidente della Proloco Curtomartino, di Giuseppe Mirizzi, Delegato di Zona C Terza Circoscrizione, di Licia Bitritto Polignano, vice Governatore dei Lions pugliesi e di Paolo Lioce, consigliere comunale di Monopoli che ha esposto le idee guida del “Treno dei tipici”, un protocollo di intesa tra amministrazione di Acquaviva con il Comune di Monopoli, volto alla promozione tipicità locali pugliesi un circuito di eventi organizzato che riesca a fare “sistema” e che spinga sempre più il “gastronauta” attento e consapevole verso il consumo, la degustazione di prodotti locali valorizzando al contempo il contesto storico e culturale.

 Una visita alle cantine, un buffet a base di ceci neri e la degustazione dei vini Polvanera hanno concluso la serata che, come nella migliore tradizione filantropica dei Lions, ha avuto come scopo benefico la raccolta fondi per l’acquisto di un cane-guida da destinare ad un non-vedente.

Vi presentiamo con la Fotogallery alcuni momenti significativi del meeting.

 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI